PMI innovative

 Introdotte nel 2015 con lart. 4 del DL 3/2015, sulla scia della normativa riferita alle startup innovative, le PMI innovative rappresentano un importante nucleo di imprese che contribuiscono allo sviluppo innovativo del Paese. Queste, costituiscono il secondo stadio evolutivo delle startup innovative cd. mature e pronte alla fase di crescita consolidata.

Le imprese in possesso dei requisiti possono accedere allo status speciale tramite autocertificazione del legale rappresentante e godere delle agevolazioni dedicate registrandosi nella sezione speciale dedicata del Registro delle Imprese presso le Camere di Commercio sul territorio nazionale.

Non è previsto alcun limite di età per le imprese che vogliono accedere alla sezione speciale delle PMI innovative. Inoltre, allo status di PMI innovativa si può accedere direttamente dallo status di startup innovativa senza soluzione di continuità, così facendo è possibile continuare a godere dei benefici previsti per entrambe le imprese.

Per conoscere tutte le PMI innovative attualmente iscritte nella sezione speciale del Registro delle Imprese, consulta la vetrina #ItalyFrontiers.

 

I REQUISITI DI UNA PMI INNOVATIVA

Per un approfondimento, consulta la sezione Normativa o la Scheda di sintesi (pdf)

Ai sensi della normativa di riferimento (DL 3/2015, art. 4) una PMI innovativa è una società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, che rispetti i seguenti requisiti oggettivi:

  • residenza in Italia, o in altro Paese dello Spazio Economico Europeo ma con sede produttiva o filiale in Italia;
  • ha effettuato la certificazione dell'ultimo bilancio e dell'eventuale bilancio consolidato;
  • non è quotata in un mercato regolamentato;
  • non è contestualmente iscritta alla sezione speciale delle startup innovative.

Infine, una startup è innovativa se rispetta almeno 2 dei seguenti 3 requisiti soggettivi:

  1. ha sostenuto spese in R&S e innovazione pari ad almeno il 3% del maggiore valore tra fatturato e costo della produzione
  2. impiega personale altamente qualificato (almeno 1/5 dottori di ricerca, dottorandi o ricercatori, oppure almeno 1/3 con laurea magistrale)
  3. è titolare, depositaria o licenziataria di almeno un brevetto o titolare di un software registrato

 

LE AGEVOLAZIONI DEDICATE ALLE PMI INNOVATIVE

Per un approfondimento, consulta la sezione Agevolazioni

Di seguito viene presentata la lista delle agevolazioni dedicate alle PMI innovative:

  • Incentivi fiscali all’investimento nel capitale di PMI innovative
  • Accesso gratuito e semplificato al Fondo di Garanzia per le PMI
  • Esonero da imposte di bollo per gli atti depositati presso la Camera di Commercio
  • Raccolta di capitali tramite campagne di equity crowdfunding
  • Servizi di internazionalizzazione alle imprese (ICE)
  • Deroghe alla disciplina societaria ordinaria
  • Proroga del termine per la copertura delle perdite
  • Deroga alla disciplina sulle società di comodo e in perdita sistematica
  • Remunerazione attraverso strumenti di partecipazione al capitale.

 

Misure introdotte in risposta all’emergenza covid-19

  • Sostegno al venture capital
  • Estensione della garanzia per il fondo centrale di garanzia per le pmi
  • Ulteriori incentivi all’investimento in startup innovative



CONTATTI

Direzione Generale per la Politica Industriale, l’Innovazione e le PMI
Divisione VI - Politiche per le PMI, il movimento cooperativo e le Start up innovative. Responsabilità sociale d'impresa e cooperazione industriale internazionale
Ministero dello Sviluppo Economico
Via Molise 2, 00187 Roma
e-mail: pminnovative@mise.gov.it



Questa pagina ti è stata utile?

NO