Verbale di incontro - Abramo Customer Care S.p.A. (14 maggio 2021)

Documento: Verbale di incontro
Azienda: Abramo Customer Care S.p.A.
Settore: Call center
Numero dipendenti: circa 4.000
Data: 14/05/2021

Il 14 maggio 2021 si è svolta la riunione, in videoconferenza, convocata dal Ministero dello Sviluppo Economico avente ad oggetto l’azienda Abramo Customer Care S.p.A.

All’incontro erano presenti: per il MiSE Stefano D’Addona Capo della Segreteria Tecnica del Viceministro Todde, Chiara Cherubini della Segreteria Tecnica del Ministro, Rosanna Argentieri e Maria Laura Bruno della Divisione XI Crisi di Impresa; per il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Romolo De Camillis, Direttore generale rapporti di lavoro e relazioni industriali; per la Regione Siciliana Stefano Aiello del Dipartimento Lavoro; il Sindaco di Crotone Vincenzo Voce; per la Regione Lazio l’Assessore al Lavoro Claudio Di Berardino e Giulia Sforza; per l’azienda i consulenti Carmine Sessa e Antonio Pagano; le rappresentanze delle segreterie nazionali e territoriali di CGIL, CISL, UIL, FISTEL-CISL, Uilcom-UIL, UGL Telecomunicazioni, SLC-CGIL unitamente alle RSU.

Il Prof. D’Addona ha aperto l’incontro invitando i rappresentanti aziendali a fornire gli aggiornamenti sulla procedura concordataria in corso.

Il Dott. Pagano ha ricordato che il 12 ottobre 2020 l’azienda ha presentato domanda di concordato preventivo. A seguito della decisione circa l’ammissibilità dell’istanza, la società ha presentato un piano in continuità indiretta che prevede la cessione della totalità dei beni aziendali e dei dipendenti finalizzata alla continuità delle attività. Ci sono state manifestazioni di interesse per l’affitto di ramo d’azienda, tuttavia quest’opzione non era stata ritenuta percorribile dal Tribunale, in quanto non offre le necessarie garanzie circa la conservazione del patrimonio aziendale. Il rappresentante aziendale ha riferito che sono già state ricevute due proposte vincolanti, attualmente al vaglio del Tribunale. Presumibilmente entro tre settimane verrà adottata la decisione in merito all’ammissibilità del piano concordatario e verrà resa nota la base d’asta della successiva gara per proposte migliorative.
I consulenti della società hanno confermato che saranno oggetto di cessione anche le società controllate, e che i crediti vantati dai dipendenti saranno interamente soddisfatti.

Le OO.SS. si sono dette molto allarmate per la situazione aziendale, a causa della prossima scadenza di alcune commesse importanti. Hanno sottolineato che l’obiettivo deve essere il mantenimento dell’intero perimetro occupazionale, ivi compresi gli apprendisti. Hanno chiesto la vigilanza del MiSE, in termini di moral suasion, sull’operato dei committenti.

I rappresentanti aziendali sono intervenuti ribadendo di ritenere valide le offerte sinora presentate, in quanto verrebbe preservato l’intero bacino occupazionale.

Le OO.SS. hanno chiesto maggiore attenzione anche per le diverse centinaia di lavoratori, presenti sul territorio di Catania, facenti capo alla società MICS S.p.A, controllata dalla Abramo, e per i lavoratori a progetto.

L’Assessore Di Berardino è intervenuto ribadendo l’importanza della salvaguardia occupazionale ed ha invitato, inoltre, il MiSE a voler monitorare lo stato delle commesse, confermando la piena disponibilità a collaborare per la positiva soluzione della vicenda.

Il Dott. Aiello ha confermato l’impegno della Regione Siciliana per la salvaguardia della totalità dei posti di lavoro.

Il Sindaco di Crotone ha ricordato di aver incontrato alcuni esponenti dei lavoratori Abramo, i quali gli hanno espresso la propria apprensione per la situazione aziendale.

Il Dott. De Camillis ha ribadito la disponibilità del Ministero del Lavoro a lavorare congiuntamente agli altri attori coinvolti al fine di trovare una soluzione per la vicenda Abramo, ricordando che l’obiettivo è la conservazione dei posti di lavoro.

Il Prof. D’Addona ha concluso l’incontro ribadendo l’attenzione del Ministero per la vertenza Abramo, e confermando il supporto con tutti gli strumenti a disposizione per la salvaguardia dei complessi aziendali e per l’occupazione.
Il Tavolo verrà riconvocato a breve.



Questa pagina ti è stata utile?

NO