Verbale di incontro - Forall Confezioni - Pal Zileri (5 gennaio 2021)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Forall Confezioni S.p.A.(Pal Zileri)
Addetti: 350
Settore: Tessile e moda
Data: 5 gennaio 2021

Il 5 gennaio 2021 si è svolto in videconferenza presso il Ministero dello Sviluppo Economico l’incontro riguardante la società Forall Confezioni S.p.A. All’incontro, presieduto dal Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Alessandra Todde, erano presenti Stefano D’Addona e Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico, il Sottosegretario Francesca Puglisi al Ministero del Lavoro, l’Assessore al Lavoro della Regione Venero Elena Donazzan e Mattia Losego di Veneto Lavoro, il Sindaco di Quinto Vicentino, l’Amministratore Delegato della società Marco Sanavia, Alessandro Recchioni, Chairman di Forall Confezioni S.p.A., Mayhoola Fashion S.r.l. e Chairman MFI Luxury S.r.l., assistiti da Massimiliano Tintinelli, Mario Cuneo, Francesco Ferrarese, nonché Chiara Parrello e Franco Beltrame di Confindustria Vicenza. Hanno inoltre partecipato le segreterie nazionali e territoriali di Femca-Cisl, Filctem Cgil e Uiltec-Uil, unitamente alle Rsu.

Il sottosegretario Todde ha introdotto l’incontro ricordando che il tavolo è stato aperto su richiesta delle Organizzazioni Sindacali a seguito dell’annuncio nelle scorse settimane da parte dell’azienda di cessare le attività del sito di Quinto Vicentino, che realizza produzioni di eccellenza per il marchio storico Pal Zileri.

I dott. Sanavia e Recchioni hanno precisato che la pandemia ha aggravato una crisi di mercato già in atto che ha portato il Gruppo alla decisione di cessare le attività produttive del sito di Quinto Vicentino a luglio prossimo, concentrandosi sulla gestione del brand, rilanciandolo con una struttura fortemente ridimensionata. Ha ribadito la disponibilità, già manifestata nel corso degli incontri sul territorio, a cedere il sito a soggetti terzi con un percorso concordato di tutela occupazionale.

Le Organizzazioni Sindacali hanno dichiarato che le decisioni aziendali non sono condivisibili, non accettando che le produzioni vengano delocalizzate dalla proprietà che manterrebbe il controllo del marchio. Hanno preso atto di una crisi di mercato del sistema moda ormai conclamata che dipende da variabili esterne e della necessità di una politica delle istituzioni a sostegno sia dell’azienda che del settore. Hanno sottolineato che è necessario avere più tempo per costruire, con il supporto del MiSE, un piano industriale di rilancio che mantenga le produzioni e il marchio in Italia, senza disperdere le importanti professionalità che ne costituiscono il valore maggiore.

L’Assessore Donazzan ha ribadito l’esigenza di un piano di rilancio dell’azienda e anche del settore tessile e moda, attualmente in sofferenza. Ha confermato il sostegno della Regione Veneto ad intervenire con tutti gli strumenti a sostengo degli investimenti e anche per la formazione delle maestranze.

Il Sindaco ha ricordato che l’azienda fa parte della storia della comunità di Quinto Vicentino e che perdere questa realtà produttiva avrebbe pesanti ripercussioni sociali ed economiche per tutto il territorio.

Il sottosegretario Puglisi ha sottolineato che non si può perdere questa importante realtà produttiva e un marchio storico che può essere supportata con gli strumenti di integrazione al reddito disponibili.

Il sottosegretario Todde ha concluso l’incontro confermando l’impegno e il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico per rilanciare il marchio e la realtà produttive di Quinto Vicentino che costituisce un importante patrimonio dell’industria italiana da salvaguardare con un piano industriale che sarà supportato con tutti gli strumenti disponibili dalle parti istituzionali e sociali.



Questa pagina ti è stata utile?

NO