Verbale di incontro - Sider Alloys (23 dicembre 2020)

Venerdì, 15 Gennaio 2021

Documento: Verbale di incontro
Azienda: Sider Alloys S.p.A.
Settore: Siderurgia
Numero dipendenti: 77 (+ bacino)
Data: 23 dicembre 2020

In data 23 dicembre 2020, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è tenuto l’incontro, in video conferenza, avente ad oggetto la situazione dell’azienda Sider Alloys. L’incontro era presieduto dal Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Alessandra Todde. Hanno partecipato per il MiSE Stefano D’Addona Capo della Segreteria Tecnica del Sottosegretario Todde, Antonio Martini, Dirigente della Div. Interventi per ricerca, innovazione e grandi progetti di investimento, Davide Amorosi, Dirigente della Div. Crisi di Impresa, Chiara Cherubini, Federico Pennati, Antonella Cascioli e Francesca Borea. Per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali era presente Francesco Marsico. Per la Regione Sardegna hanno partecipato l’Assessore al Lavoro Alessandra Zedda, l’Assessore all’Industria Anita Pili e l’Assessore per la Difesa dell’ambiente Gianni Lampis. Per Invitalia ha partecipato Roberto Rizzardo. Per la Società Sider Alloys hanno partecipato Giuseppe Mannina, CEO; Gerardo Annunziata, CFO; Eros Brega Direttore Affari Generali e Legali; Lucio Caruso Direttore dello stabilimento; Marzia Borgese responsabile Risorse Umane e Carla Cicilloni responsabile Settore Ambientale. Sono intervenute le segreterie Nazionali e Territoriali di Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil e Ugl metalmeccanici, unitamente alle RSU.

Il prof. D’Addona, dopo una breve introduzione dell’incontro, ha dato la parola ai rappresentanti della Sider Alloys per illustrare lo stato del piano di ristrutturazione e sviluppo dell’azienda.

I rappresentanti dell’azienda hanno fornito aggiornamenti riguardo allo stato di avanzamento dell’iter di acquisizione delle autorizzazioni ambientali necessarie all’avvio di alcune attività. In particolare, hanno precisato che sono in corso interlocuzioni con la Regione Sardegna propedeutiche alla presentazione di istanza di Valutazione di impatto ambientale (VIA) per i primi giorni di febbraio 2021 e riguardo al rilascio dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA). Nel frattempo si sta procedendo con i lavori di manutenzione e messa in sicurezza degli impianti.

L’Ing. Martini, che presiede del Comitato Tecnico per il monitoraggio degli interventi previsti dall’Accordo di Programma riguardante la società, ha confermato che sono in corso le interlocuzioni al fine di conoscere lo stato di avanzamento dell’iter delle autorizzazioni ambientali che impatta sull’avvio di alcune attività.
Il Dott. Rizzardo ha confermato che Invitalia sta monitorando puntualmente lo stato di attuazione delle attività previste nel programma.

L’Assessore Lampis ha confermato la massima disponibilità ad istruire nel più breve tempo possibile l’iter burocratico finalizzato al rilascio delle autorizzazioni ambientali precisando che, a tal fine, è stato costituto un tavolo tecnico istituzionale.

L’assessore Pili ha ricordato che la ripartenza dell’impianto, per le sue importanti ricadute industriali nel territorio, rappresenta una importante priorità per la Regione.

L’Assessore Zedda, ha precisato che l’assessorato ha delineato un programma di formazione, in accordo con l’azienda, che verrà realizzato nei primissimi mesi del 2021.

Le OO.SS. ricordando che i lavoratori aspettano da tempo risposte e impegni precisi, hanno manifestato preoccupazione riguardo ai ritardi nell’avvio di alcune attività in attesa della necessarie autorizzazioni ambientali. Hanno chiesto la presentazione da parte dell’azienda di un cronoprogramma degli interventi e un aggiornamento puntuale dello stato di avanzamento di tutte le attività in base anche all’andamento degli iter autorizzativi. Riguardo ai percorsi formativi programmati dalla Regione Sardegna auspicano un confronto con la Regione e con l’azienda.

Il Sottosegretario Todde ha concluso l’incontro ricordando che nelle prossime settimane si terranno incontri tecnici per seguire da vicino lo stato di avanzamento dei permessi ambientali e della realizzazione delle attività previste nel piano industriale. Ha inoltre precisato che si sta confrontando con il Ministero del lavoro per individuare la possibilità di integrazione della mobilità in deroga di cui stanno usufruendo i lavoratori del bacino ex Alcoa. Il tavolo ministeriale di confronto con le parti sociali verrà riconvocato in tempi brevi.

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO