Verbale di riunione - Sanac

Documento: Verbale di incontro
Azienda: Sanac
Settore: Estrazione, produzione e commercializzazione di materie prime e materiali refrattari
Data: 5 febbraio 2020


Il 5 febbraio 2020 presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è tenuta una riunione avente ad oggetto la società Sanac in Amministrazione Straordinaria. Il tavolo era presieduto dalla sottosegretaria al Ministero dello Sviluppo Economico Alessandra Todde. Erano presenti il Vice Capo di Gabinetto del MiSE Giorgio Sorial, per Sanac il Commissario Straordinario Corrado Carrubba, Claudio Sforza, Claudio Picucci, Rosario Fazio e Paola Santone e Chiara Cherubini del MiSE. Erano inoltre presenti le Segreterie Nazionali e Territoriali delle OO.SS. Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil e le RSU.

L’ing. Sorial ha aperto l’incontro ricordando che il MiSE mantiene una attenzione alta verso le procedure di cessione dei complessi aziendali di Sanac e ne segue gli sviluppi rimanendo costantemente in contatto con la gestione commissariale. Ha quindi dato la parola ai rappresentanti della procedura per aggiornamenti riguardo alla ulteriore proroga del termine dell’offerta.

Il dott. Carubba ha confermato che l’offerta della società Arcelor Mittal è ancora valida, così le garanzie legali che la legano alla procedura commissariale nel processo di cessione, pertanto è stata concordata una ulteriore proroga di trenta giorni del termine di cessione, rispetto all’ultima scadenza del 31 gennaio. Confermando l’impegno all’acquisizione dei complessi aziendali, Mittal ha rinnovato le dovute garanzie e dichiarato la volontà di gestire eventuali ulteriori proroghe qualora fosse necessario. Il dott. Carubba ha precisato che, nel caso in cui la cessione alla società Mittal non dovesse andare a buon fine, la procedura commissariale si attiverà in futuro per la pubblicazione di un nuovo bando per la cessione unitaria degli asset aziendali.
Per il primo trimestre l’azienda registra sufficienti ordini che garantiscono il mantenimento delle attività con un impiego quasi totale della forza lavoro – anche se in maniera non omogenea per tutti gli stabilimenti.
Si sta cercando inoltre di consolidare il valore e la presenza dell’azienda sul mercato implementando i rapporti commerciali anche attraverso la ricerca di nuovo clienti.

Le Organizzazioni Sindacali hanno preso atto del contesto di particolare incertezza circa il futuro dell’azienda e chiesto maggiori informazioni riguardo al portafoglio clienti e alle prospettive di continuità qualora dovessero venir meno gli ordini da parte della società Mittal. Hanno sottolineato l’importanza di effettuare, per quanto possibile, investimenti per l’efficientamento delle strutture. Hanno inoltre chiesto al Governo di intervenire a protezione di un settore strategico per l’industria nazionale e di proseguire il monitoraggio per il tramite del tavolo ministeriale e, al di fuori di quest’ultimo, anche maggiori incontri con la gestione commissariale.
La sottosegretaria Todde ha concluso l’incontro facendo un appello a lavorare congiuntamente per mantenere la massima operatività e competitività degli asset aziendali a tutela del loro valore, in attesa di futuri sviluppi. Il monitoraggio del Governo rimane alto e il tavolo di confronto tra le parti verrà riconvocato entro tempi brevi per gli aggiornamenti.



Questa pagina ti è stata utile?

NO