Verbale di riunione - Gruppo Mercatone (18 aprile 2019)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Gruppo Mercatone
Settore: Commercio
Data: 18 aprile 2019

Il 18 aprile 2019 si è svolta presso il Ministero dello Sviluppo Economico una riunione di aggiornamento del tavolo tecnico riguardante le società Shernon Holding S.r.l. e Cosmo S.p.A. La riunione era presieduta dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial e dal Sottosegretario allo Sviluppo Economico Davide Crippa. Erano presenti Angela Nardone e Angelo Irano di Anpal Servizi, Pietro De Camillis per la Regione Abruzzo, Gennaro Caiazzo per la Regione Campania, Roberto Ferrari per la Regione Emilia Romagna, Adriano Coslovich per il Friuli Venezia Giulia, Giulia Sforza per la Regione Lazio, Carlo Bianchessi per la Regione Lombardia, Alberto Anselmo per la Regione Piemonte, Paolo di Schiena per la Regione Puglia, Michele Beudò per la Regione Toscana, Mauro Andrielli per la Regione Umbria e Mattia Losego per la Regione Veneto. Erano presenti i Commissari Straordinari della procedura di Amministrazione Straordinaria Stefano Coen e Vincenzo Tassinari, assistiti dall’avvocato Rosario Salonia. Per Shernon Holding S.r.l. era presente l’Amministratore Delegato Valerio Rigoni e il Responsabile delle Relazioni Industriali Alessandro Amileni. Era inoltre presente il Commissario Giudiziale Marco Russo per la procedura di concordato presso il Tribunale di Milano a cui è stata ammessa la Società Shernon. La società Cosmo era rappresentata da Abramo Marconi, Gianni Orsini e Angelo De Dominicis. Erano presenti i rappresentanti sindacali nazionali e territoriali di FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL, UILTUCS-UIL, UGL TERZIARIO e FLAICA CUB, unitamente alle RSU.

Il Vice Capo di Gabinetto ha ricordato che il tavolo ministeriale ha l’obiettivo di una verifica complessiva dell’andamento delle due società che hanno rilevato dall’Amministrazione Straordinaria i complessi aziendali del Gruppo Mercatone e che nel corso dell’incontro sarebbero state affrontate prima le tematiche riguardanti la società Cosmo e successivamente quelle riguardanti la società Shernon. Ha quindi dato la parola ai rappresentanti di Cosmo.

I rappresentanti di Cosmo hanno confermato che verranno riaperti tutti i 13 punti vendita rilevati, anche se ci saranno dei ritardi dovuti a problemi strutturali e di impiantistica relativi ad alcuni immobili. Hanno confermato che sono previsti investimenti per rendere i punti vendita performanti nel lungo periodo e che l’obiettivo è il pieno riassorbimento dell’organico che attualmente usufruisce di CIGS per ristrutturazione per tutto il 2019.

Le Organizzazioni Sindacali hanno preso atto positivamente del percorso dell’azienda di rispetto degli impegni presi ed hanno chiesto di avviare il confronto territoriale.

L’Ing. Sorial ha espresso l’auspicio che le problematiche logistiche legate all’impiantistica degli immobili possano essere risolte nel più breve tempo possibile per rendere subito operativi tutti i punti vendita acquisiti da Cosmo S.p.A.
Passando successivamente alle tematiche riguardanti la società Shernon, l’ing. Sorial ha segnalato la necessità di capire la situazione attuale rispetto alle decisioni che hanno portato alla scelta di presentare istanza di concordato. Ha quindi dato la parola all’amministratore delegato.

Il dott. Rigoni ha precisato che la scelta di fare istanza di concordato è stata attentamente valutata mentre sono ancora in corso trattative per la ricapitalizzazione che dovrebbero divenire vincolanti entro fine maggio. Ha sottolineato la disponibilità a valutare qualsiasi strumento tecnico utile a supportare la continuità e confermato la disponibilità ad interfacciarsi con le istituzioni a questo fine.
Il consulente aziendale ha illustrato una andamento economico-finanziario di ingenti perdite che si sono accentuate da novembre 2018. Si auspica un miglioramento per i mesi a venire perché è in corso una riorganizzazione generale della produzione e di efficientamento dei costi.

L’Avv. Russo ha rappresentato la difficoltà a valutare la richiesta di finanza presentata dall’azienda al Tribunale per garantire la continuità delle attività in assenza di una rappresentazione dettagliata della situazione finanziaria attuale. Ha quindi sollecitato la società a fornire tutti i dati nella massima trasparenza anche per poter fornire una valutazione della sostenibilità finanziaria del piano concordatario che verrà presentato.

I commissari Straordinari Tassinari e Coen hanno sottolineato l’esigenza di concretizzare le trattative nel più breve tempo possibile al fine di riavviare prima possibile le attività. Hanno inoltre condiviso con il commissario giudiziale l’esigenza di avere dati certi e dettagliati circa l’andamento aziendale.

Le Organizzazioni Sindacali hanno espresso preoccupazione per lo stato di incertezza circa le prospettive future e richiamato l’incontro tra le parti circa un mese prima in cui erano state fornite le stesse informazioni annunciando una ricapitalizzazione ritenuta dalle OOSS insufficiente a sostenere una ripresa soddisfacente delle attività. Hanno inoltre richiamato l’impegno a garantire la piena occupazione. Hanno sottolineato l’esigenza di avere un quadro più chiaro circa la solidità economica dell’azienda e chiesto al Ministero dello Sviluppo Economico di monitorarne strettamente l’andamento.

Il sottosegretario Crippa ha chiesto precisazioni sulle motivazioni di un andamento così sfavorevole e al di sotto di quelle che erano le aspettative della società al momento della recente acquisizione. Ha inoltre sottolineato l’esigenza di trasparenza precisando che, dopo aver richiesto il posticipo dell’incontro del tavolo di confronto tra le parti già calendarizzato per il 2 aprile, la società non ha informato il Ministero dello Sviluppo Economico della decisione di presentare istanza di concordato.

Il Vice Capo Gabinetto ha concluso l’incontro confermando il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico e all’azienda Shernon e agli organi della procedura auspicando che ci possa essere un rilancio delle attività nel più breve tempo possibile e che si riesca a salvaguardare la piena occupazione e gli asset aziendali nel rispetto degli impegni presi al momento della cessione.

Il prossimo incontro del tavolo tecnico di confronto è previsto per il 30 maggio alle ore 14.00.



Questa pagina ti è stata utile?

NO