Beni strumentali ("Nuova Sabatini") - Erogazione contributo

L'erogazione del contributo è prevista al completamento dell’investimento autocertificato dall’impresa ed è effettuata in quote annuali secondo il piano di erogazioni riportato nel provvedimento di concessione.

La PMI, ad investimento ultimato, compila, in via esclusivamente telematica attraverso l’accesso alla piattaforma del Ministero (da effettuarsi inserendo le credenziali trasmesse via PEC dal Ministero all’indirizzo PEC dell’impresa), la dichiarazione attestante l’avvenuta ultimazione dell’investimento (modulo DUI), nonché, previo pagamento a saldo dei beni oggetto dell’investimento, la Richiesta Unica (modulo RU) e la trasmette al Ministero, previa apposizione della firma digitale del legale rappresentante o del procuratore, unitamente all’ulteriore documentazione richiesta.

Le PMI che abbiano già richiesto una o più quote del contributo sulla base delle modalità operative previgenti alla data del 22 luglio 2019 devono compilare e trasmettere al Ministero, in via esclusivamente telematica attraverso la procedura disponibile nella piattaforma, la Richiesta di erogazione delle Quote di contributo Rimanenti (modulo RQR), previa apposizione della firma digitale del legale rappresentante o del procuratore.

Al fine di attivare la procedura di pagamento delle quote annuali di contributo, la PMI deve trasmettere annualmente al Ministero, in formato digitale ed esclusivamente attraverso l’accesso alla piattaforma informatica, anche la Richiesta di Pagamento (RP) attestante l’invarianza dei dati già forniti al all’Amministrazione nelle precedenti fasi del procedimento amministrativo.

L’avvenuta ultimazione dell’investimento deve essere attestata dall’impresa con Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, sottoscritta dal legale rappresentante e resa al Ministero entro 60 giorni dalla data di ultimazione e, comunque, non oltre 60 giorni dal termine ultimo previsto per la conclusione dell’investimento, pena la revoca del contributo.

Il modulo RU è presentato al Ministero, pena la revoca delle agevolazioni, entro massimo 120 giorni dal termine ultimo previsto per la conclusione dell’investimento.
L’eventuale modulo RQR deve essere trasmesso al Ministero trascorsi almeno 12 mesi dall’invio della precedente richiesta di erogazione.

Per le domande di agevolazione presentate dalle imprese alle banche e agli intermediari finanziari a decorrere dal 1° maggio 2019, aventi un importo del finanziamento deliberato non superiore a 100.000,00 euro, l’agevolazione viene erogata alla PMI beneficiaria in un’unica quota.

Per le domande che non presentano i requisiti di cui all’articolo 20, comma 1, lettera b) del decreto-legge del 30 aprile 2019 n. 34 e per le quali, quindi, le agevolazioni non sono erogate in un’unica soluzione, le richieste di pagamento successive alla RU/RQR devono essere presentate con cadenza annuale, non prima di dodici mesi dalla precedente richiesta di erogazione/pagamento ed entro i dodici mesi successivi a tale termine.

L’URL (indirizzo internet) a cui collegarsi per effettuare l’accesso alla piattaforma è: https://benistrumentali.dgiai.gov.it/Imprese

La procedura operativa per effettuare la Richiesta Unica, la Richiesta Quote Rimanenti e la Richiesta di Pagamento delle quote di contributo successive è descritta nella “Guida alla trasmissione delle richieste di erogazione delle quote di contributo” in allegato. 

Allegati

 

Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2019

 



Was this page helpful?

Yes NO