Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

Il ministro: "accolgo appello per misure settore"

Immagine decorativa

Si è svolto questa mattina in videoconferenza un incontro tra il ministro Giancarlo Giorgetti e il coordinamento nazionale delle associazioni dei gestori delle piscine italiane rappresentato da Marco Sublimi. Si tratta di un comparto (3000 impianti natatori, 1500 società di gestione, oltre 200 mila lavoratori e 5 milioni di utenti) in profonda sofferenza a causa della pandemia e del caro bollette.

Giorgetti ha raccolto le istanze del settore impegnandosi a portare avanti nelle sedi opportune le richieste per evitare che la crisi si trasformi in una chiusura generalizzata degli impianti. In particolare il coordinamento chiede di essere inserito nelle misure già approvate e in quelle future per calmierare il caro energia, di poter usufruire del bonus 110 per gli interventi su tutto l’edificio e non solo per gli spogliatoi e il rafforzamento del fondo perduto previsto dal decreto Sostegni ter per le attività costrette alla chiusura.

Questo settore - dice Giorgetti - ha sofferto particolarmente per le chiusure forzate e le restrizioni al momento delle aperture e ora rischia un impatto devastante per il caro bollette. Accolgo il loro appello e mi faccio carico di portare nelle sedi più opportune le loro richieste per garantire a questa attività un futuro”.

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina