Zona Franca Sardegna

(Comuni colpiti dall’alluvione del 18 e 19 novembre 2013)

Avviso

Con la risoluzione n. 43/E del 27 luglio 2020 , l’Agenzia delle entrate ha istituito il codice tributo per l'utilizzo dell’agevolazione.

Con decreto direttoriale 17 luglio 2020 sono stati approvati gli elenchi dei soggetti ammessi alle agevolazioni previste per la zona franca istituita, ai sensi dell’articolo 13-bis del decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78, nei comuni della regione Sardegna colpiti dall'alluvione del 18-19 novembre 2013.

A chi è rivolta la misura

L’intervento agevolativo è rivolto alle imprese di micro e piccola dimensione ubicate all’interno della zona franca, che hanno subito danni in conseguenza degli eventi metereologici del novembre 2013, censite nell’allegato n. 4 della relazione di ricognizione dei fabbisogni relativi al patrimonio pubblico, privato e alle attività produttive dell’Ufficio del Commissario delegato e consiste nel riconoscimento di un contributo in conto capitale, fruibile mediante compensazione tramite modello F24.

Per la concessione delle agevolazioni, riconosciute ai sensi e nei limiti del regolamento de minimis 1407/2013, sono disponibili 4.900.000,00 di euro, al netto degli oneri per la gestione dell’intervento.

 

Perimetro della zona franca urbana

La zona franca, così come perimetrata dall’articolo 3 del decreto interministeriale 7 marzo 2018, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 21 maggio 2018, n. 116, comprende l’intero territorio dei comuni della Regione colpiti dall’alluvione del 18-19 novembre 2013 per il quale è stato dichiarato lo stato di emergenza con deliberazione del Consiglio dei ministri del 19 novembre 2013, individuati nella tabella A allegata all’ordinanza del Commissario delegato per l’emergenza n. 16 del 10 dicembre 2013, così come integrata dalle ordinanze del medesimo Commissario numeri 17 e 18 del 12 dicembre 2013, n. 22 del 23 gennaio 2014 e n. 25 del 25 febbraio 2014 e successive modificazioni e integrazioni.

Di seguito, l’elenco dei Comuni compresi nella zona franca.

Tabella A – Allegata all'Ordinanza n. 16 del 10/02/13 come modificata dalle Ordinanze n. 17-18 del 12/12/13, n. 22 del 23/01/14 e n. 25 del 25/02/14
Provincia Comuni

Sud Sardegna

Armungia*, Ballao*, Decimoputzu*, Escalaplano*, Esterzili*, Ortacesus*, Sadali*, Seulo*, Siliqua*, Vallermosa*, Villaputzu*, Villasalto*, Villasor*, Villaspeciosa*, Collinas*, Gonnosfanadiga*, Pabillonis*, Samassi*, San Gavino Monreale*, Sanluri*, Sardara*, Serramanna*, Villacidro*, Villanovafranca*, Seui*.

Nuoro

Bitti, Desulo, Dorgali, Galtellì, Irgoli, Loculi, Lodè, Lula, Macomer, Nuoro, Oliena, Onanì, Onifai, Orgosolo, Orosei, Orune, Osidda, Posada, Siniscola, Torpè, Arzana*, Gairo*, Jerzu*, Talana*, Urzulei*, Ussassai*, Villagrande Strisaili*.

Oristano

Arborea, Bauladu, Gonnoscodina, Gonnostramatza, Marrubiu, Masullas, Mogoro, Morgongiori, Ollastra, Oristano, Palmas Arborea, S. Nicolò d’Arcidano, Simaxis, Siris, Solarussa, Terralba, Uras, Usellus, Villaurbana.

Sassari

Alà dei Sardi*, Arzachena*, Berchidda*, Buddusò*, Budoni*, Loiri Porto San Paolo*, Monti*, Olbia*, Padru*, Sant'Antonio di Gallura*, Telti*.

* Comune per cui la provincia è stata variata a seguito della legge regionale del 4 febbraio 2016, n.2 sul riordino del sistema delle autonomie locali.

 

Presentazione delle domande

I criteri di accesso, le modalità e i termini di presentazione delle domande sono riportati nella circolare ministeriale 5 febbraio 2020, n. 30711. In allegato alla stessa, è altresì riportato il modello di istanza di accesso alle agevolazioni.

Le domande di accesso alle agevolazioni potevano essere presentate esclusivamente tramite procedura informatica all'indirizzo http://agevolazionidgiai.invitalia.it dalle ore 12:00 del 17 marzo 2020 e fino alle ore 12:00 del 16 giugno 2020 (termine prorogato con la circolare direttoriale 21 aprile 2020, n. 117331).

Per i soggetti amministrati da una o più persone giuridiche o enti diversi dalle persone fisiche, l’accesso alla procedura informatica può avvenire solo previo accreditamento degli stessi e previa verifica dei poteri di firma del legale rappresentante, secondo le modalità ed entro i termini indicati al paragrafo 7 della richiamata circolare.

 

Procedura di accreditamento per imprese amministrate da persone giuridiche

I soggetti proponenti amministrati da una o più persone giuridiche o da enti diversi dalle persone fisiche, ai fini dell’accreditamento alla procedura informatica (agevolazionidgiai.invitalia.it) per la presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni devono inviare il presente modulo, opportunamente compilato e firmato digitalmente, a partire dalle 12.00 del 9 marzo 2020 ed entro le ore 12.00 del 3 aprile 2020, inviando una PEC all’indirizzo zfu@pec.mise.gov.it .

Il termine finale di presentazione è stato posticipato alle ore 10:00 del 4 giugno 2020.

Nell’inoltro del modulo, è necessario inserire, come oggetto della PEC, il seguente testo: “ZFU Regione Sardegna - Richiesta di accreditamento alla procedura informatica” seguito dal codice fiscale del soggetto istante e dalla sua denominazione”.

 

Elenco dei soggetti ammessi alle agevolazioni

Con decreto direttoriale 17 luglio 2020 è stato approvato:

  • l’elenco dei soggetti ammessi alle agevolazioni (Allegato 1);
  • l’elenco dei soggetti per i quali, stante l’importo della agevolazione concedibile, è stata richiesta la trasmissione della documentazione necessaria al fine di richiedere le informazioni antimafia alla competente Prefettura (Allegato 2);
  • l’elenco dei soggetti per i quali, l’efficacia della concessione e la relativa fruizione della stessa è subordinata al completamento delle attività istruttorie in ordine ad alcuni contenuti delle dichiarazioni rese nell’istanza di accesso all’agevolazione (Allegato 3).

 

Modalità di fruizione delle agevolazioni

Il contributo è fruibile mediante F24, secondo le modalità e i termini stabiliti dal Direttore dell’Agenzia delle entrate.

Il codice tributo per l'utilizzo dell’agevolazione per la zona franca è stato istituito con la risoluzione n. 43/E del 27 luglio 2020


Modalità di fruizione delle agevolazioni per soci delle società trasparenti e per i collaboratori/coadiuvanti delle imprese familiari

Al fine di consentire la fruizione del contributo per le sole imposte sui redditi anche ai soci delle società “trasparenti”, nonché, ai collaboratori/coadiuvanti di imprese familiari , le imprese interessate potranno indicare i dati identificativi di ciascun socio e/o collaboratore/coadiuvante compreso il relativo codice fiscale, accedendo al portale Attuazione Misure DGIAI nella sezione dedicata Comunicazioni soggetti fruitori.

La sezione Comunicazioni soggetti fruitori è accessibile dopo aver selezionato l’area del portale Attuazione Misure e la Zona Franca di pertinenza.

Il modulo, predisposto seguendo la compilazione guidata, dovrà essere scaricato, firmato digitalmente da parte del legale rappresentante dell’impresa beneficiaria e infine inviato tramite lo stesso portale seguendo le istruzioni riportate nel Manuale Utente Attuazione Misure.

Tutti i documenti inviati tramite il sistema Attuazione Misure DGIAI rappresentano comunicazioni ufficiali tra le imprese e il Ministero.

Per utilizzare l'agevolazione attraverso il modello F24, oltre a seguire le istruzioni già rese note dall'Agenzia delle Entrate, i soci e i collaboratori/coadiuvanti dovranno indicare il proprio codice fiscale ed i relativi dati anagrafici nella sezione "contribuente" del modello F24; il codice fiscale della società beneficiaria dell'agevolazione dovrà essere indicato nel campo denominato "Codice fiscale del coobbligato, erede, genitore, tutore o curatore fallimentare" e nel campo successivo, denominato "codice identificativo", dovrà essere indicato il codice 62.

 

Variazioni dati anagrafici delle imprese beneficiarie delle agevolazioni previste dalla zona franca

Le operazioni straordinarie, ove determinino cambiamenti nella soggettività e nei dati comunicati dal soggetto beneficiario nell’istanza di accesso alle agevolazioni, devono essere comunicate con Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, firmate digitalmente dal legale rappresentante, inviate tramite il portale Attuazione Misure DGIAI, accedendo alla sezione dedicata Comunicazioni varie e seguendo le istruzioni riportate nel Manuale Utente Attuazione Misure. Questa sezione è accessibile dopo aver selezionato l’area del portale Attuazione Misure e la Zona Franca di pertinenza.

Per inoltrare le comunicazioni inerenti i Cambiamenti nella soggettività (es. variazione del codice fiscale del soggetto beneficiario, variazione della compagine sociale, ecc...), il soggetto beneficiario selezionerà dal menù a tendina, la tipologia di documento Variazioni societarie; per le variazioni intervenute nei Dati indicati in istanza di accesso alle agevolazioni (es. variazione della sede), nonché in caso di eventuale Perdita dei requisiti di mantenimento delle agevolazioni (es. cessazione di attività, messa i stato di liquidazione, ecc...), il soggetto beneficiario selezionerà dal menù a tendina, la tipologia di documento Variazioni progetto agevolato.

Tutti i documenti inviati tramite il portale Attuazione Misure DGIAI rappresentano comunicazioni ufficiali tra i soggetti beneficiari ed il Ministero.

 

Rinuncia alle agevolazioni

La rinuncia al contributo deve essere comunicata con Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, firmata digitalmente dal legale rappresentante dell'impresa, inviata tramite il portale Attuazione Misure DGIAI accedendo alla sezione dedicata Comunicazioni varie, selezionando la tipologia documento Rinuncia e seguendo le istruzioni riportate nel Manuale Utente Attuazione Misure.

Detta sezione è accessibile dopo aver selezionato l’area del portale Attuazione Misure e la Zona Franca di pertinenza.

 

Normativa

 

Informazioni e contatti

Direzione generale per gli incentivi alle imprese

Divisione X - Interventi per il sostegno all’internazionalizzazione e all’innovazione delle imprese e per lo sviluppo di aree urbane

e-mail: info.zfu@mise.gov.it 

Esclusivamente per supporto tecnico alla compilazione dell'istanza di accesso alle agevolazioni: e-mail: zfu.istanzedgiai@mise.gov.it 

numero telefono: 06 64892998

Alle richieste di chiarimenti pervenute viene data risposta cumulativa con lista di FAQ (domande frequenti).

Attenzione: al fine di assicurare agli utenti la ricezione delle risposte ai quesiti, si prega di inviare le richieste tramite mail e di evitare l’utilizzo di PEC.

 

Risposte alle domande frequenti (FAQ)

 

Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2020



Questa pagina ti è stata utile?

NO