Riunito il tavolo sulla Indelfab

Giovedì, 10 Dicembre 2020

Morani, “avviato percorso per garantire cassa integrazione ai lavoratori e favorire la reindustrializzazione”

Immagine decorativa

Si è svolto oggi in videoconferenza al MiSE l’incontro sulla Indelfab spa, presieduto dalla Sottosegretaria Alessia Morani, a cui hanno partecipato i rappresentanti delle Regioni Marche e Umbria, i sindaci dei Comuni di Fabriano, Gualdo Tadino e Nocera Umbra, i sindacati e Invitalia.

L’incontro è stato convocato a seguito della decisione del Tribunale di Ancona di dichiarare, lo scorso 30 novembre, il fallimento dell’azienda che era subentrata nelle attività produttive della Ex Merloni e in cui sono impegnati oltre 560 lavoratori.

Nel corso della riunione, è emersa la volontà condivisa da tutte le parti di tutelare i lavoratori e di trovare possibili nuovi investitori per la reindustrializzazione dei siti presenti nei territori umbro-marchigiani. A tal fine la Sottosegretaria ha annunciato che il prossimo 15 dicembre è in programma al Ministero del Lavoro un incontro, alla presenza anche dei curatori fallimentari dell’azienda, per garantire ai lavoratori la cassa integrazione per cessazione. E’ stato inoltre ricordato che per il rilancio di quest’area il MiSE ha già messo a disposizione circa 22 milioni di euro di incentivi per favorire nuovi investimenti produttivi.

La Sottosegretaria Morani ha infine informato che il Ministero sta verificando la possibilità di attivare per la Indelfab la procedura di amministrazione straordinaria.
“Dopo la decisione del Tribunale abbiamo avviato, insieme alle istituzioni regionali e comunali coinvolte, un percorso finalizzato a rassicurare tempestivamente tutti i lavoratori attraverso l’attivazione della cassa integrazione, nonché mettendo a disposizione tutti gli strumenti agevolativi necessari per favorire la riconversione produttiva delle aree industriali umbro-marchigiane”, ha dichiarato la Sottosegretaria Morani.



Questa pagina ti è stata utile?

NO