Piombino, riunito il tavolo sul rilancio del sito siderurgico

Martedì, 18 Febbraio 2020

JSW si impegna a proseguire gli investimenti e il confronto con le istituzioni

Immagine decorativa

Si è svolto oggi al Ministero dello Sviluppo economico il tavolo sul sito siderurgico JSW Steel Italy di Piombino, presieduto dal Vice Capo Gabinetto Giorgio Sorial, a cui hanno preso parte il Ministero del Lavoro, la Regione Toscana, il Comune di Piombino, l’Autorità portuale del Mar Tirreno settentrionale, l’Agenzia del demanio, l’azienda, il Commissario straordinario ex Lucchini, i sindacati e Invitalia.

L’incontro è stato convocato a seguito della richiesta avanzata da Jindal di prorogare di quattro mesi la presentazione del piano industriale. Richiesta che è stata già oggetto in questi giorni di interlocuzioni tra il Ministro Patuanelli, la Sottosegretaria Morani, il Commissario Nardi e l’azienda.

Nel corso del tavolo odierno è stato fatto il punto sull’andamento delle attività portate avanti finora da Jindal, relative sia all’occupazione sia al completo riavvio della produzione, che sono sottoposte al monitoraggio del Commissario.

L’azienda ha confermato l’impegno a proseguire gli investimenti per il rilancio del sito siderurgico, così come stabilito nell’ambito dell’accordo di programma dell’area di Piombino, e a continuare il confronto con le istituzioni.

Il MiSE ha comunicato che nelle prossime settimane proseguiranno i confronti tecnici tra le istituzioni e l’azienda, propedeutici alla presentazione del piano industriale. L’obiettivo è quello di individuare soluzioni tecniche sul fronte del costo dell’energia, delle concessioni demaniali, delle opere infrastrutturali e delle bonifiche ambientali, nonché degli strumenti agevolativi a supporto degli investimenti.

E’ stata già programmata per il 26 febbraio la prossima riunione del Gruppo di coordinamento e controllo dell’area di crisi di Piombino.



Questa pagina ti è stata utile?

NO