Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

Attivato Metodo Corneliani. Piano di investimento a partire da 15 milioni di euro

Un piano di investimenti iniziale di 15 milioni di euro per la reindustrializzazione del sito produttivo di Trichiana (Belluno), rilancio sul mercato dello storico marchio “Ceramica Dolomite”, completa salvaguardia dei livelli occupazionali e riavvio della produzione nel corso del mese di luglio.

E’ quanto prevede il progetto di rilancio della storica azienda bellunese presentato oggi al Mise dalla nuova società “Ceramica Dolomite Spa”, composta da una cordata di imprenditori veneti guidati da Banca Finint che ha acquisito lo scorso 30 maggio da Ideal Standard il ramo d'azienda che comprende lo stabilimento di Trichiana e il brand "Ceramica Dolomite". Al tavolo, presieduto dal coordinatore della Struttura per le crisi d’impresa Luca Annibaletti, hanno partecipato i rappresentanti della società, il Ministero del Lavoro, Regione Veneto, Confindustria Ceramica e Confindustria Belluno, sindacati e Invitalia

Il percorso individuato prevede l’attivazione del cosiddetto Metodo Corneliani, introdotto dal ministro Giancarlo Giorgetti, che prevede l`ingresso nella nuova società del Fondo di salvaguardia gestito da Invitalia.

La Struttura per le crisi d'impresa del Mise proseguirà, insieme alla Regione Veneto e al Ministero del Lavoro, la sua attività di confronto tra le parti e di monitoraggio sul percorso di rilancio delle attività produttive e di tutela dei lavoratori.

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina