Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

Il provvedimento approva l’allegato tecnico nel quale vengono definite le modalità tramite cui gli operatori telefonici comunicano al Gestore del Registro pubblico delle opposizioni le numerazioni fisse attive non pubblicate negli elenchi telefonici pubblici al fine della loro iscrizione di default nel RPO, qualora non già iscritte.

Il 14 ottobre 2022 il Ministero dello sviluppo economico ha pubblicato sul proprio sito il provvedimento che approva l’allegato tecnico che definisce le modalità tramite cui i gestori telefonici comunicano al gestore del Registro pubblico delle opposizioni (RPO) le numerazioni fisse attive non pubblicate negli elenchi telefonici pubblici (cd. riservate) al fine della loro iscrizione di default nel RPO, qualora non già iscritte. Il provvedimento, previsto dall’art. 7, comma 10, del decreto del Presidente della Repubblica 27 gennaio 2022, n. 26, completa la riforma del Registro pubblico delle opposizioni, permettendo l’iscrizione automatica delle numerazioni fisse non presenti negli elenchi telefonici. Il cronoprogramma stabilito dal provvedimento ha l’obiettivo di consentire ai gestori telefonici e al gestore del Registro pubblico delle opposizioni di adeguare le procedure tecnico-organizzative per la gestione delle numerazioni fisse riservate. Per l’invio dei numeri sono previste modalità sia completamente automatiche sia manuali (tramite portale web).

La Fondazione Ugo Bordoni, in qualità di gestore del RPO, renderà pubblico prossimamente un apposito portale web per fornire ai gestori telefonici informazioni sulla documentazione tecnica, sui canali di comunicazione con il gestore del RPO, nonché le risposte alle domande frequenti.

Completati i lavori di implementazione, tutte le numerazioni fisse non presenti negli elenchi telefonici – attualmente circa 15 milioni – saranno periodicamente iscritte di default nel RPO (qualora non lo fossero già). Si ricorda che con l’iscrizione automatica nel Registro pubblico delle opposizioni non verranno annullati i consensi pregressi al telemarketing rilasciati dal contraente telefonico, in modo che il cittadino possa consapevolmente annullarli con un successivo rinnovo dell’iscrizione.

 

Registro pubblico delle opposizioni

 

Data pubblicazione: 14 ottobre 2022

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina