Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

Documento: Verbale di incontro
Azienda: Whirlpool Napoli
Settore: Elettrodomestici
Numero dipendenti: 317 (Sede di Napoli)
Data: 21 ottobre 2022

In data 21 ottobre 2022 si è svolto un incontro, in presenza e in videoconferenza, convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico avente ad oggetto lo stabilimento di Napoli della società Whirlpool EMEA SpA. La riunione è stata presieduta dal Coordinatore della Struttura per le crisi d'impresa, Luca Annibaletti. Hanno partecipato: per il MiSE il Responsabile della Segreteria tecnica del Viceministro, Stefano d’Addona, la Dirigente della Divisione crisi d'impresa, Chiara Cherubini, con il funzionario della stessa divisione Giovanni Campobasso; per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il Direttore generale dei Rapporti di lavoro e delle relazioni industriali, Romolo de Camillis; per la Prefettura di Napoli il Prefetto, Claudio Palomba, e il Vice Prefetto Aggiunto, Dario Annunziata; per la Regione Campania l'Assessore attività produttive, lavoro, demanio e patrimonio, Antonio Marchiello, e l'Assessore alla formazione professionale, Armida Filippelli; per il Comune di Napoli il Sindaco, Prof. Gaetano Manfredi e l'Assessore alle politiche giovanili e al lavoro, Chiara Marciani; per il Consorzio ZES il Commissario, Giuseppe Romano; per Invitalia il Responsabile attrazione e investimenti, Roberto Rizzardo; le segreterie nazionali e territoriali di CGIL, CISL, UIL, FIOM-CGIL, FIM-CISL, e UILM, unitamente alle RSU.

Luca Annibaletti ha aperto l'incontro comunicando alle OO.SS. che in data 20 ottobre 2022 è stato firmato un verbale tra Whirlpool e le Istituzioni nel quale la Whirlpool Emea Spa, in linea con gli impegni già precedentemente assunti in sede istituzionale, è disponibile a cedere il sito di via Argine 310 a Napoli nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, se si raggiungesse un accordo con il compratore/soggetto interessato, entro un termine ragionevole ed ad un prezzo di favore, a uno o più soggetti, pubblici o privati, questi ultimi che si impegnino alla realizzazione di un loro progetto di reindustrializzazione che garantisca l’assorbimento delle risorse disponibili del bacino degli ex lavoratori Whirlpool destinatari della procedura di licenziamento completata  nel 2021.

Il Prefetto di Napoli ha affermato che, con la firma del citato verbale, si può considerare conclusa la prima fase di questa complessa, acquisendo agli atti il citato impegno di Whirlpool, finora esclusivamente formalizzato via mail e mettendo in evidenza anche tutte le attività svolte dalle Istituzioni. Tutto ciò, con particolare riferimento all’esito positivo della conferenza di servizi decisoria presso il MITE, con il completamento dell’aggiornamento dell’analisi di rischio del sito, nonché all’intervento del Comune di Napoli in tema di agibilità. Ha quindi confermato il massimo impegno per gestire al meglio il successivo percorso di reindustrializzazione del sito. Ha evidenziato l'essenziale ruolo svolto dalle Organizzazioni Sindacali. Ha auspicato che il Consorzio Sistema Campania, che si era presentato ai tavoli come possibile soggetto reindustrializzatore, possa riprendere le interlocuzioni.

Il Sindaco di Napoli ha inteso sottolineare che l'immobile di Whirlpool continuerà ad avere esclusivamente destinazione industriale; il superamento delle tematiche ambientale o autorizzative favoriranno il raggiungimento dell'obiettivo di reindustrializzazione. Ha ringraziato tutte le Istituzioni per il lavoro svolto.

L'Assessore Filippelli ha comunicato che, dopo aver completato l'attività di profilazione dell'intero perimetro occupazionale coinvolto, sono utilizzabili gli strumenti a disposizione per la formazione e il reinserimento di tutti i lavoratori ex Whirlpool, in particolare il programma GOL.

L’Assessore Marchiello ha ribadito l’esclusiva vocazione industriale del sito e l’esito positivo  dell'articolata conferenza di servizi tenutasi presso il MITE. Ha aggiunto l’immobile insiste in un'area ZES con i relativi benefici. Ha dichiarato che la Regione Campania è pronta a fornire ogni supporto per quanto di competenza.

Il Commissario Romano ha confermato la propria disponibilità a collaborare nel percorso di reindustrializzazione.

Le Organizzazioni Sindacali hanno preso atto del lavoro sinora svolto dalle Istituzioni, pur ribadendo il rammarico che ad oggi non si siano ancora concretizzate prospettive di reindustrializzazione. Anche in ragione dell'incertezza su possibili decisioni di Whirlpool EMEA e delle tempistiche delle misure di sostegno dei lavoratori in corso, hanno chiesto di verbalizzare i rispettivi impegni delle Istituzioni in base all'attuale stato della vicenda e agli obiettivi comuni (reindustrializzazione e salvaguardia occupazionale).

È stato quindi predisposto un verbale, che sarà sottoscritto per adesione via mail dalle parti, in cui:

il Comune di Napoli, in quanto ente competente, ha ribadito l’impegno affinché l’immobile mantenga la sua attuale destinazione industriale;

il Commissario straordinario del Governo della ZES Campania ha dichiarato la disponibilità ad acquisire entro il 30 novembre 2022 l’immobile in presenza delle idonee condizioni normative;

il MiSE congiuntamente al Commissario della ZES Campania e alla Prefettura UTG di Napoli, per quanto riguarda gli strumenti, le procedure e le risorse economiche, si sono impegnati affinché la successiva cessione dell’immobile possa avvenire verso soggetti che presentino piani completi e dettagliati e che venga assicurata la tutela dell’intero bacino, dando priorità di occupazione ai lavoratori ex Whirlpool alle medesime condizioni economiche e normative della società di provenienza, vigilando sul mantenimento dell'impegno che i tempi di assunzione rimangano nei limiti del periodo coperto dagli ammortizzatori; saranno inoltre verificate da Invitalia le possibilità di attivare forme di supporto alle attività di investimento previste nei piani, ove richieste; inoltre, ha previsto che la cessione dell’immobile ai privati dovrà essere perfezionata contestualmente all’Accordo con le Organizzazioni Sindacali:

le Istituzioni tutte, ognuna per la parte di propria competenza, hanno assicurato il proprio impegno per la risoluzione della vertenza Whirlpool.

Luca Annibaletti ha concluso l'incontro confermando che il tavolo di crisi relativo alla reindustrializzazione del sito di Via Argine sarà convocato con priorità una volta insediato il nuovo Governo, e comunque entro il 30 novembre 2022.

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina