Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

Documento: Verbale di incontro
Azienda: Ideal Standard (sito di Trichiana)
Settore: Ceramica
Numero dipendenti: 450 circa (sito di Trichiana)
Data: 20/06/2022


In data 20 giugno 2022 si è svolto un incontro in modalità video conferenza convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico avente ad oggetto la società Ideal Standard. La riunione è stata presieduta da Luca Annibaletti, Coordinatore della Struttura per le crisi d'impresa. Hanno partecipato: per il MiSE Stefano D'Addona e Chiara Cherubini, unitamente a funzionari del MiSE ed esperti della Struttura; per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Romolo de Camillis, Direttore generale; per Invitalia Paolo De Angelis, Responsabile Fondo di Salvaguardia, Mario Pietro Cascavilla, Katyuscia Tucci e Maria Cavallo; per la Regione Veneto Elena Donazzan, Assessore al lavoro, e Mattia Losego, Giosuè Giardinieri, Giuliano Bascetta e Silvia Cavallarin di Veneto Lavoro; per Ideal Standard Samuel Riitano, Vicepresidente, Mauro Maremmi, Amministratore delegato, oltre a Francesco Villani, che aveva il ruolo di responsabile del Progetto; per Banca Finint Luciano Favero e Marco De Grazia; per Sernet, advisor di Ideal Standard, Alberto Sportoletti, Presidente e CEO, e Lorenzo Buzzetti, manager; per Confindustria Ceramica Pietro Conte; per Confindustria Belluno Andrea Gnesin; le Segreterie nazionali e territoriali di FILCTEM-CGIL, FEMCA-CISL e UILTEC-UIL, unitamente alle RSU.

Tutti i presenti hanno espresso soddisfazione per il percorso di reindustrializzazione del sito di Trichiana (BL) avviato dalla nuova società Ceramica Dolomite SpA, composta da una cordata di imprenditori veneti guidati da Banca Finint che ha acquisito lo scorso 30 maggio da Ideal Standard il ramo d'azienda che comprende lo stabilimento di Trichiana e il brand "Ceramica Dolomite."
Il piano prevede l’ingresso del Fondo per la salvaguardia dei livelli occupazionali e la prosecuzione dell'attività d'impresa gestito da Invitalia e il rilancio dello storico stabilimento veneto con un piano di investimenti di 15 milioni di euro finalizzato a realizzare un ampio intervento di riorganizzazione ed efficientamento dell’impianto produttivo, parallelamente al piano di rilancio commerciale del marchio Ceramica Dolomite. Il piano prevede la completa salvaguardia dei livelli occupazionali e il riavvio della produzione per il mese di luglio 2022.

Le Istituzioni, le Organizzazioni datoriali e sindacali e le imprese coinvolte hanno sottolineato che quello messo in atto per il superamento della crisi di Ideal Standard rappresenta un modello che si è basato sulla collaborazione e sinergia di tutte le parti coinvolte attraverso la condivisione di un obiettivo comune di salvaguardia produttiva ed occupazionale. Il processo relazionale è stato affiancato da un efficace uso degli strumenti disponibili. L’auspicio è che l’approccio e il metodo usati per il superamento della crisi di Ideal Standard possano essere utilizzati anche per il rilancio di altre imprese in difficoltà.

Luca Annibaletti ha concluso l’incontro ringraziando tutti i partecipanti per il ruolo avuto nel percorso di superamento di una complicata vicenda, il cui traguardo è stato raggiunto per merito di comune responsabilità. Ha aggiunto che l’impegno delle Istituzioni proseguirà in prima istanza attraverso la partecipazione di Invitalia nella fase di esecuzione del piano.
La Struttura per le crisi d'impresa del Mise proseguirà, insieme alla Regione Veneto e al Ministero del Lavoro, la sua attività di confronto tra le parti e di monitoraggio del percorso di rilancio delle attività produttive e di tutela dei lavoratori.

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina