Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

Documento: Verbale di incontro
Azienda: Flextronics Manufacturing Srl
Settore: ITC-TLC
Numero dipendenti: 570
Data: 20 ottobre 2022

In data 20 ottobre 2022 si è svolto un incontro, in presenza e in videoconferenza, convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico avente ad oggetto la società Flextronics Manufatcuring Srl. La riunione è stata presieduta dal Coordinatore della Struttura per le crisi d'impresa, Luca Annibaletti. Hanno partecipato: per il MiSE, il Responsabile della Segreteria tecnica del Viceministro, Stefano D'Addona, la Dirigente della Divisione crisi d'impresa, Chiara Cherubini, con la funzionaria della Divisione Giulia Moscoloni; per la Regione Friuli Venezia Giulia l’Assessore al lavoro, Alessia Rosolen, il Direttore del servizio crisi aziendali e transizione industriale, Lucio Penso, e il Direttore centrale al lavoro, Nicola Manfren; per Confindustria Alto Adriatico i Referenti delle relazioni industriali, Alessandro Carta e Stefano Hauser; per la società Flextronics Manufacturing Srl il General Manager, Sergio Bosso, il Manager of Operations, Nicola Graffi, la HR Manager, Silvia Sforzini, il Business Developer, Fabrizio Magistrali;, e il Consulente Davide Boffi;  per Invitalia il Responsabile rilancio produttivo, Roberto Rizzardo, e il Responsabile Unità Investimenti Esteri, Tommaso Cafora; le Segreterie nazionali e territoriali di CGIL, CISL, UIL, USB; UILM, FIM-CISL, FIOM-CGIL, UGL Metalmeccanici, NIdiL CGIL, unitamente alle RSU.

Il dott. Luca Annibaletti, dopo aver ricordato che la convocazione dell’incontro odierno giunge all’esito di precedenti tavoli tecnici, ha invitato l’azienda a riferire sulle determinazioni raggiunte.

Per la società Flextronics, il dott. Nicola Graffi ha confermato l’intenzione di rescindere al 31 ottobre pv i contratti con i n. 69 lavoratori interinali. La dott.ssa Silvia Sforzini ha riferito che la società ha dato avvio alla procedura di mobilità collettiva non oppositiva a partire dal 27 settembre per n. 44 unità in linea con le adesioni su base volontaria. Ha inoltre precisato di aver richiesto la proroga per il mese di ottobre del contratto di solidarietà per circa 70 dipendenti. Su richiesta del dott. Luca Annibaletti, ha poi reso noto che - all’esito delle uscite volontarie e dei lavoratori interinali - l’ammontare complessivo della forza lavoro sarà pari a n. 390 dipendenti. Ha infine esplicitato l’impegno dell’azienda ad erogare n. 3 mensilità della retribuzione lorda per il personale in staff leasing che lascerà la società entro il 3 novembre.

Il dott. Sergio Bosso ha poi fatto sapere che la società sta nel frattempo recuperando ordini precedenti rimasti inevasi e che è alla ricerca di nuove commesse; al momento non è in grado di fornire informazioni più dettagliate sulle commesse in corso ed in fase di acquisizione, per motivi di riservatezza. Infine, il dott. Graffi ha infine rappresentato la volontà di salvaguardare l’assetto occupazionale dei predetti 390 lavoratori, sebbene la società non sia sul punto nella condizione di poter effettuare previsioni future. Vi è l’impegno, nel caso l’organico necessiti di nuove assunzione, a dare precedenza alle risorse per le quali sono stati interrotti i contratti di staff leasing.

Le Organizzazioni sindacali hanno manifestato la propria contrarietà di fronte alla completa assenza di prospettive di garanzia dei livelli occupazionali, nonostante le aperture dimostrate in tema di uscite volontarie. In particolare, hanno osservato come l’azienda non disponga di una visione chiara per l’immediato futuro né sotto il profilo del piano industriale, né sotto quello della salvaguardia occupazionale. Hanno pertanto evidenziato l’esigenza di costruire un percorso con il MiSE, tramite l’intervento di Invitalia, al fine di chiarire il percorso che l’azienda vorrà seguire. Hanno infine richiesto alla società di elaborare una proposta concreta e maggiormente dettagliata per meglio comprendere quale sia la strategia industriale e occupazionale di più lungo periodo.

L’azienda, aderendo all’invito delle Organizzazioni sindacali, provvederà, con il supporto di Confindustria, ad elaborare un documento ad hoc in merito.

Il dott. Luca Annibaletti ha concluso l’incontro, con la proposta di aggiornare il tavolo al giorno 27 c.m., prima della data di scadenza dei contratti di staff leasing prevista per il 1 novembre 2022.

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina