Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

Documento: Verbale di incontro
Azienda: Caterpillar Hydraulics Srl
Settore: Metalmeccanico
Numero dipendenti: Licenziamento di 189 dipendenti
Data: 21 febbraio 2022

 

Il 21 febbraio 2022 si è tenuto un incontro in modalità mista convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico avente ad oggetto il sito produttivo di Jesi (AN) della società Caterpillar Hydraulics Srl. La riunione è stata presieduta dal coordinatore della Struttura per le crisi di impresa Luca Annibaletti. Per il MiSE hanno partecipato Stefano D’Addona, responsabile della segreteria tecnica del Viceministro Todde, Chiara Cherubini e Francesca Borea. Hanno altresì partecipato: per il Ministero del Lavoro e Politiche Sociali Romolo De Camillis, DG dei rapporti di lavoro e delle relazioni industriali; per la Regione Marche l’Assessore Stefano Aguzzi, Mauro Terzoni, Massimo Rocchi, Andrea Rossi e Margherita Mencoboni; il Sindaco di Jesi Massimo Bacci; per la Caterpillar l’AD Jean Mathieu Chatain assistito dal consulente legale Vincenzo Di Gennaro e da Diego Medicina E&Y; per IMR Industrialesud S.p.A. Matteo Galmarini CEO e Emilio Porro Lodi HR Director; per Confindustria Ancona Paolo Centofanti e le OO.SS. di categoria Fiom Cgil, Fim Cisl, Uilm e confederali Cgil, Cisl e Uil.

Il dott. Annibaletti ha aperto la riunione ricordando che nell’incontro del 15 febbraio u.s. la Caterpillar ha reso noto di aver ricevuto tre manifestazioni di interesse e ha dato la parola all’AD di Caterpillar per fornire un aggiornamento dopo l’analisi delle citate proposte.

Il dott. Chatain ha riferito che la Caterpillar ha condiviso un accordo di massima con la società IMR Industriale sud S.p.A. (nel seguito IMR) che attualmente è sottoposto ad un processo interno di approvazione. Ha reso noto che il 22 febbraio p.v. si terrà un incontro in Regione con le OO.SS. nel quale la società comunicherà la sospensione della procedura di licenziamento per 15 giorni e chiederà alle medesime di condividere le modalità di utilizzo degli ammortizzatori sociali nella fase successiva.

Il dott. Centofanti ha puntualizzato che l’intesa di massima tra le due società deve essere formalizzata e che a questa si accompagnerà una due diligence per garantire il rispetto degli impegni. Ha affermato la necessità che l’azienda riprenda l’attività produttiva per accompagnare il percorso finalizzato al subentro di IMR.

Il Dott. Galmarini ha fornito dettagli sulla società affermando che si tratta di un’azienda al 100% italiana e partecipata da Simest (Gruppo Cassa Depositi e Prestiti), che produce componenti per il settore automotive con 370 milioni di fatturato annuo, con 2.600 dipendenti, di cui 1.500 in Italia. Ha fatto sapere che la IMR ha partecipato a due importanti progetti di reindustrializzazione in Piemonte e nel Lazio e che il piano industriale prevede l’acquisto di asset industriali e dell’immobile con l’assorbimento dei 189 dipendenti di Caterpillar, con la previsione di un cambio di attività produttiva e con un programma di formazione dei dipendenti Caterpillar. Ha comunicato che IMR incontrerà le OO.SS. durante l’effettuazione della due diligence e della verifica di tutti gli aspetti legali ed ambientali dello stabilimento. Ha reso noto che l’azienda ha stabilimenti in Polonia, Spagna e Germania e che l’intenzione della IMR è di acquisire nuovi spazi e nuovo personale per riportare in Italia alcune attività di produzione attualmente situate in Polonia.

Le OO.SS. hanno manifestato soddisfazione per la proposta di IMR, ma hanno auspicato maggiore flessibilità da parte dell’azienda nel concedere più di 15 giorni di sospensione della procedura di licenziamento per consentire alle negoziazioni di meglio definire gli aspetti industriali e occupazionali al fine di garantire la continuità operativa nello stabilimento di Jesi. Hanno espresso apprezzamento per la disponibilità di IMR ad assorbire i 189 dipendenti Caterpillar, evidenziando tuttavia che vi sono anche molti lavoratori in staff leasing e hanno invocato per tutti la continuità dei trattamenti economici e normativi. Hanno chiesto chiarimenti in merito ai due interventi di reindustrializzazione condotti da IMR e riguardo alla operatività della cassa per transizione prevista dalla legge di bilancio 2022. Hanno infine fornito massima disponibilità ad incontrare la IMR.

Il dott. Annibaletti ha precisato che IMR ha seguito la reindustrializzazione di Mahle motori nel 2020 sotto la supervisione del MiSE e della Lombardini in provincia di Rieti nel 2021 sotto la supervisione della Regione Lazio, entrambe con esiti positivi.

Il dott. De Camillis ha comunicato che il MLPS sta predisponendo i decreti attuativi relativi alla cassa per transizione, affermando la disponibilità del MLPS a discutere sulla applicazione dei possibili ammortizzatori sociali a sostegno dei lavoratori di Caterpillar.

L’Assessore Aguzzi ha evidenziato che la presenza al tavolo della società IMR è da considerare un fatto positivo e ha dato la disponibilità della Regione Marche a fornire il proprio contributo a sostegno dei lavoratori.

Il Sindaco Bacci ha ringraziato le Istituzioni e le parti presenti al tavolo, esprimendo soddisfazione per l’intesa raggiunta tra IMR e Caterpillar. Ha dichiarato che il Comune si attiverà per facilitare l’inserimento della IMR sul territorio del Comune di Jesi in collaborazione con la Regione.

Il dott. Centofanti ha ribadito la necessità di far ripartire la produzione nello stabilimento di Jesi e ha precisato che i 15 giorni di sospensione della procedura di licenziamento sono necessari per definire l’accordo tra la società Caterpillar e la società IMR, al termine del quale quest’ultima presenterà un’offerta definitiva.

Il dott. Annibaletti ha chiuso il tavolo ricordando che il giorno successivo le parti sociali incontreranno l’azienda presso la Regione Marche per formalizzare la proroga della procedura di mobilità, impegnandosi a monitorare nel seguito la procedura per assicurare il buon esito.

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina