Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

 Canoni di concessione dovuti dalle emittenti radiofoniche per l'espletamento dei servizi di radiodiffusione sonora in ambito locale e nazionale

Avviso

In prossimità della scadenza del pagamento del canone di concessione radiofonico si rammenta che, ai sensi dell’art. 4 del d.m. 23 ottobre 2000, a dimostrazione dell’avvenuto versamento del canone, le società titolari di concessione radiofonici locali e nazionali sono tenuti a trasmettere, entro dieci giorni dalla data dello stesso, al Ministero dello sviluppo Economico, al MEF, nonché all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, copia della attestazione di versamento. Unitamente a detta attestazione devono essere inviati, con apposita nota, sottoscritta dal titolare dell’impresa e controfirmata dal presidente del collegio sindacale ove esistente, i dati relativi al fatturato cui il canone si riferisce nonché copia del bilancio di esercizio approvato. Tale documentazione andrà trasmessa via pec all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Il d.m. 23 ottobre 2000 stabilisce che i titolari di concessione radiofonica e, comunque, i soggetti che eserciscono legittimamente l'attività di radiodiffusione pubblica e privata sonora in ambito nazionale e locale sono tenuti al pagamento del canone annuo previsto dal comma 9, dell'art. 27, della legge 23 dicembre 1999, n. 488, sulla base dell'1% del fatturato conseguito nell'anno precedente, riferibile all'esercizio dell'attività radiofonica, tenuto conto, per quanto concerne la concessionaria pubblica, dei proventi derivanti dal finanziamento del servizio pubblico, al netto dei diritti dell'erario. Ai fini della determinazione del canone, per fatturato, si intende il volume d'affari ai sensi dell'art. 20 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633.

 

31 ottobre scadenza

Il pagamento del canone e' effettuato entro il 31 del mese di ottobre di ciascun anno mediante bonifico bancario IBAN: IT 30N 01000 03245 344 0 18 2569 01, intestato alla Tesoreria Provinciale dello Stato di Viterbo con la seguente causale obbligatoria: società ...... prot. ...... canone anno ...... da affluire al CAPO XVIII CAPITOLO 2569 ART. 1.

Deve essere inviata con PEC all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   :

  • copia dell'attestazione di pagamento;
  •  D.S.A.N. prevista dall'art. 4 del d.m. 23 ottobre 2000, resa ai sensi del DPR 445 del 2000, sottoscritta dal titolare dell'impresa e controfirmata dal presidente del collegio sindacale, ove esistente, contenente i dati relativi al fatturato cui il canone si riferisce;
  •  copia del bilancio di esercizio approvato.

 

Contatti

Direzione generale servizi di comunicazione elettronica radiodiffusione e postali - Divisione IV - Emittenza radiotelevisiva - Contributi
Viale America 201- Roma
telefono:(+39) 06 5444 8367
Dirigente Responsabile: Dr.ssa Giovanna Maglione
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina