Strategia nazionale per l'intelligenza artificiale - Messaggio del Sottosegretario di Stato Andrea Cioffi

"Il Governo Italiano è impegnato nella definizione di piani strategici per lo sviluppo e la diffusione di tecnologie digitali che, una volta attuati, porteranno ad una maggiore digitalizzazione delle imprese e della pubblica amministrazione e ad un conseguente guadagno in termini di competitività per il nostro Paese.

L'Intelligenza Artificiale (IA) è ritenuta, sia dal Governo Italiano che dall'Unione Europea, una delle tecnologie chiave per una nuova rivoluzione industriale guidata dalla transizione digitale. Per questo l'Italia si è impegnata ad elaborare una Strategia nazionale per l'IA, inserita nel quadro del Piano Coordinato Europeo sull'IA, che costituisce il contributo italiano ad un’azione sinergica tra i paesi membri dell’Unione europea.

Gli obiettivi che si pone la nostra strategia nazionale sono ambiziosi e possono essere raggiunti grazie al grande potenziale di innovazione che ha l'Italia, oltre all’originalità del Made in Italy riconosciuta in tutto il mondo.

Sono convinto che, con lo sviluppo e l'adozione di tecnologie basate sull’IA, l'Italia saprà cogliere un'opportunità di crescita sostenibile attraverso innovazioni di prodotto e di processo nelle industrie, introducendo nuovi metodi gestionali nelle aziende, nonché grazie all'adeguamento dei servizi offerti dalla PA alle imprese e ai cittadini.

La Strategia nazionale per l’IA è presentata dal Ministero dello Sviluppo Economico che si occupa di politiche industriali, competitività ed innovazione delle imprese. L'attuazione di questa strategia nazionale avrà un impatto trasversale in tutti i settori produttivi e della ricerca. Per questo motivo è necessaria questa fase di consultazione pubblica durante la quale le pubbliche amministrazioni, le imprese ed i singoli cittadini potranno partecipare attivamente alla revisione del piano strategico inviando osservazioni e proposte relativamente ai diversi argomenti trattati nel piano strategico.

Ritengo che da un confronto ampio con tutte le parti interessate emergeranno spunti utili per una efficace implementazione della strategia attraverso strumenti ed interventi mirati dello Stato, e auspico che questa strategia sia il punto di partenza per una affermazione dell’Italia come paese europeo all’avanguardia nelle tecnologie digitali."

 

Andrea Cioffi

 

Contesto Partecipa alla consultazione

 

Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2019


Questa pagina ti è stata utile?

NO