Corden Pharma: convocato ieri al MiSE il secondo tavolo di crisi

Martedì, 22 Gennaio 2019

Illustrate le fasi previste per il superamento della crisi e per il rilancio dello stabilimento

Un momento dell'incontro

Si è svolto ieri il secondo tavolo di crisi sulla situazione dello stabilimento Corden Pharma S.p.A. di Sermoneta, presieduto dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial, a cui hanno partecipato i rappresentanti dell’azienda, del Ministero del Lavoro, della Regione Lazio e delle sigle sindacali.

Il tavolo è stato convocato in seguito agli accordi intercorsi al MiSE durante il primo incontro e presso la Regione Lazio lo scorso venerdì 18 gennaio, che hanno evitato il licenziamento di 188 lavoratori e prevedono di porre in essere tutte le misure necessarie per superare la crisi.

Nel corso dell’incontro l’azienda ha illustrato le varie fasi per il superamento della crisi e per il rilancio dello stabilimento attraverso la presentazione del piano concordatario, un piano di investimenti per la produzione di prodotti oncologici e antibiotici, lo sviluppo di nuove linee produttive, nuovi laboratori per la ricerca e lo sviluppo, l’automazione degli impianti esistenti e l’introduzione un nuovo processo produttivo.

“La Corden Pharma sta attraversando una fase delicata che richiede il massimo impegno da parte di tutti al fine di rilanciare l’azienda attraverso nuovi investimenti e salvaguardando, al contempo, i lavoratori”. – ha dichiarato il Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial.

E’ stato infine deciso di mantenere aperto al MiSE un tavolo di confronto che ha l’obiettivo di monitorare l'andamento delle varie fasi di rilancio dell’azienda farmaceutica.





Questa pagina ti è stata utile?

NO