G20: Patuanelli a riunione ministeriale della Task force su economia digitale

Mercoledì, 22 Luglio 2020

Transizione e digitalizzazione, anche in prospettiva green, saranno i pilastri della prossima Presidenza italiana 

Immagine decorativa

Il Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ha rappresentato oggi l'Italia alla riunione ministeriale, tenutasi in videoconferenza, della Task force sull'economia digitale del G20, a cui hanno partecipato i rappresentanti di tutti gli Stati membri.

Nel corso del suo intervento il Ministro Patuanelli ha sottolineato “l’importanza della digitalizzazione per fronteggiare l’emergenza Covid e rendere più resiliente il sistema economico, che attraversa una fase di transizione tecnologica. La digitalizzazione e la sostenibilità ambientale rappresentano, infatti, potenti volani per una crescita sostenibile. Di questo nuovo paradigma devono essere consapevoli sia il settore pubblico che quello privato, poiché abbiamo bisogno di investimenti nelle nuove tecnologie e nelle competenze umane. Dobbiamo quindi colmare rapidamente il divario digitale.

La digitalizzazione - ha continuato il Ministro - è oggi al cuore di una politica industriale moderna, soprattutto per promuovere le PMI. Per queste ragioni la digitalizzazione dell’industria, anche nella prospettiva della transizione verde, sarà uno dei pilastri della nostra Presidenza il prossimo anno”.

Patuanelli ha, infine, invitato tutti i partecipanti alla prossima riunione ministeriale della Task force che si terrà in Italia nel 2021 nell'ambito della Presidenza italiana del G20.


L’intervento del Ministro

"Eccellenza Ministro al Swaha,
illustri colleghi e ospiti,

è un onore e un piacere per me partecipare a questa riunione in veste di membro della troika della Task Force.

Consentitemi innanzitutto di formulare i miei ringraziamenti alla presidenza saudita per aver egregiamente condotto i lavori.

Non è stato un compito facile perché la crisi del COVID ha sconvolto tutte le priorità e tutte le agende. Salutiamo con particolare favore la riunione ministeriale sulla “digitalizzazione e il COVID-19” svoltasi ad aprile, nel momento più opportuno.

Siamo oggi lieti di adottare la Dichiarazione finale e accogliamo con piacere i risultati conseguiti nel corso della presidenza saudita.

Una delle principali lezioni della pandemia è che la digitalizzazione è una risorsa per la resilienza.

Essa sarà decisiva per sostenere una ripresa economica strutturale.

Viviamo oggi una transizione tecnologica ed economica di natura sistemica.

La digitalizzazione e la sostenibilità ambientale rappresentano potenti volani per una crescita sostenibile.

Di questo nuovo paradigma devono essere consapevoli sia il settore pubblico che quello privato, poiché abbiamo bisogno di investimenti nelle nuove tecnologie e nelle competenze umane.

Dobbiamo infatti colmare rapidamente il divario digitale.

La digitalizzazione è oggi al cuore di una politica industriale moderna, soprattutto per promuovere le PMI. Per queste ragioni la digitalizzazione dell’industria, anche nella prospettiva della transizione verde, sarà uno dei pilastri della nostra Presidenza il prossimo anno.

Abbiamo apprezzato l’approccio operativo adottato dalla Presidenza sui cosiddetti “Principi G20 per un’intelligenza artificiale antropocentrica”. Con le sue sfide e le sue opportunità, questa tecnologia sta già cambiando le nostre vite e dovrebbe restare in cima alle nostre priorità.

Ma anche altre tecnologie, come la blockchain, vanno prese in attenta considerazione. La blockchain viene associata principalmente al settore finanziario, ma essa potrebbe avere utili applicazioni nel manifatturiero e nell’economia reale.

La tracciabilità, infatti, può spingere verso produzioni di qualità superiore, nell’interesse sia delle industrie sia dei consumatori finali.

In Italia abbiamo già avviato progetti pilota in quest’ambito.

Saremo lieti di continuare a lavorare insieme a voi su queste idee.

Il nostro comune lavoro sulle Linee guida sulla mobilità intelligente è un valore aggiunto verso l’obiettivo condiviso di rendere più intelligenti le nostre città.

Dovremmo disegnare uno spazio in cui le dimensioni fisiche, digitali e virtuali possano svilupparsi insieme, mantenendo la Persona al centro della scena.

Attraverso un ripensamento delle aree urbane, anche dal punto di vista della mobilità, possiamo migliorare la qualità della vita e la salute delle persone.

In quest’ottica, dovremmo sfruttare le tecnologie digitali attraverso nuovi approcci e appalti pubblici innovativi.

In generale, mettere in relazione l’innovazione e la produzione sarà decisivo per un’efficace ripresa dalla crisi coronavirus.

L’innovazione è una chiave per la crescita sostenibile e per l’inclusione.

Raccogliendo e studiando le migliori esperienze su come integrare l’innovazione e l’economia reale, la nostra “task force” fornirà significativi contributi a questo processo.

Permettetemi di concludere esprimendo l’impegno della prossima Presidenza italiana a proseguire l’azione degli amici sauditi.

L’anno prossimo co-presiederò questa “task force” insieme alla Ministra dell’Innovazione, Paola Pisano, i cui collaboratori contribuiranno al successo del nostro sforzo comune.

Rinnovo la mia gratitudine alla Presidenza e a tutti i partner che hanno reso possibile il successo di questo evento.

Sarà un grande piacere per me ospitarvi in Italia il prossimo anno.

Grazie per la cortese attenzione."

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO