RAI - MiSE: produzione audiovisiva, al via la consultazione pubblica

Giovedì, 28 Febbraio 2019

Linee-guida relative a intese tra Rai e associazioni dei produttori per i diritti di sfruttamento delle opere audiovisive

 Immagine decorativa

Il Contratto nazionale di servizio MiSE-RAI 2018-2022 prevede che una Commissione paritetica, composta da membri del Ministero dello Sviluppo economico e della Rai, elabori le linee guida operative cui dovranno essere ispirare le intese tra la stessa Rai e le associazioni di categoria maggiormente rappresentative dei produttori in ordine alla durata e all’ambito dei diritti di sfruttamento radiofonico, televisivo e multimediale.

La Commissione paritetica, dopo un ampio confronto con i principali stakeholder del settore, che ha consentito di esaminare con un approccio ampio ed inclusivo tutti gli aspetti relativi alle dinamiche evolutive del mercato italiano della produzione audiovisiva e alla definizione della durata e dell’ambito nello sfruttamento dei diritti sulle diverse piattaforme di diffusione, radiofonica, televisiva e multimediale, ha elaborato uno schema di Linee-guida da sottoporre a consultazione pubblica in un’ottica di trasparenza e apertura, anche sul presupposto che il documento, pur avendo ad oggetto la negoziazione condotta nell’ambito del servizio pubblico radiotelevisivo, potrà rappresentare un modello per l’intero mercato nazionale di riferimento.

La consultazione pubblica consentirà di acquisire il punto di vista di tutti gli attori del mercato su un tema particolarmente  importante per la mission del Ministero: lo sviluppo dell’industria dell’audiovisivo e  la valorizzazione delle capacità produttive, imprenditoriali e culturali del Paese, nel segno di una maggiore efficienza e  pluralismo.  

Come ha affermato il Ministro Luigi Di MaioIl mercato della produzione audiovisiva italiana è un settore strategico nel quale la RAI gioca un ruolo determinante, investendo ingenti risorse finanziarie. Su questo fronte la RAI può fare molto assicurando il pluralismo e la varietà nelle produzioni e coproduzioni di fiction, cinema, prodotti di animazione, documentari e altre opere audiovisive. Per questo siamo impegnati a seguire con molta attenzione il tema delle intese tra produttori e Rai e, più in generale, lo sviluppo dell’industria dell’audiovisivo, quale volano dell’economia e della cultura del nostro Paese”.

Le risposte alla consultazione pubblica dovranno pervenire all’indirizzo di posta elettronica commissionediritti@mise.gov.it, entro il termine di 30 giorni dalla pubblicazione del presente documento

Schema linee guida consultazione intese Rai - associazioni produttori per i diritti di sfruttamento (PdF)

 

 


Questa pagina ti è stata utile?

NO