Fiere, Zanonato: settore strategico per il Made in Italy e trainante dell'economia

Mercoledì, 11 Dicembre 2013

Riunione del tavolo: Governo, Regioni, Associazioni e Enti che decidono di fare squadra.

“Le Fiere sono un veicolo di straordinaria importanza per l’internazionalizzazione delle imprese e per la promozione del made in Italy e rappresentano un settore trainante dell’economia del Paese”. Lo ha detto il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato che oggi ha presieduto la riunione del Tavolo di coordinamento del sistema fieristico nazionale, previsto dall’Intesa Stato-Regioni dell’8 luglio 2010.

Ai lavori hanno preso parte gli assessori regionali con delega al sistema fieristico, i rappresentanti dell’ANCI, dell’UPI, dei Ministeri degli Affari Esteri, del Turismo e delle Infrastrutture e Trasporti, dell’Agenzia per la Promozione all’Estero e l’Internazionalizzazione delle Imprese Italiane, nonché i Presidenti delle tre principali Associazioni del settore e degli Enti fieristici nazionali.

“E’ mia intenzione riunire il Tavolo con cadenza regolare- ha aggiunto il Ministro- affinché assuma un ruolo centrale nella condivisione delle politiche e degli interventi in favore del settore, tanto più nella fase di transizione verso la ripresa che sembra prospettarsi per l’Italia, fase in cui un rapporto di stretta interazione tra Governo, Regioni, Associazioni del comparto ed enti fieristici assume una importanza ancora maggiore “.

La riunione si è conclusa con l’approvazione  del testo dell’Intesa sulla “Disciplina unitaria in materia fieristica” che riguarda i seguenti punti:

  • i requisiti di idoneità dei quartieri fieristici per lo svolgimento delle manifestazioni fieristiche nazionali e internazionali;
  • i criteri da applicare ai fini del riconoscimento della qualifica internazionale delle manifestazioni fieristiche;
  • l’individuazione dei sistemi idonei ed oggettivi di rilevazione e certificazione dei dati attinenti agli espositori ed ai visitatori delle manifestazioni fieristiche;
  • l’introduzione di meccanismi premiali per le manifestazione certificate da enti accreditati;
  • la fissazione del termine del 15 maggio per la predisposizione del calendario fieristico italiano.


E’ stato affrontato anche il tema del rinnovo dell’accordo di settore in materia di internazionalizzazione con le Regioni e le associazioni del comparto fieristico, che scadrà nei primi mesi del 2014.


Questa pagina ti è stata utile?

NO