Imprese, Zanonato: il Governo ha ben chiara la strada da perseguire per ripartire

Martedì, 19 Novembre 2013

Il Ministro a Pescara alla convention di Confindustria Abruzzo

Un'immagine dell'incontroLa capacità di fare, la voglia di migliorarsi e di competere degli imprenditori italiani, ma anche il senso di appartenenza ad un Paese pronto alla sfida della crescita e dello sviluppo. Sono stati questi i temi al centro della Convention annuale di Confindustria Abruzzo dal titolo “Ora ripartiamo”, svoltasi a Pescara alla presenza della Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, del Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi e del Presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi.

Agli esponenti di Confindustria, Zanonato ha assicurato che il Governo “ha ben chiara la strada da perseguire per far ripartire l’Italia”.

Nel corso della tavola rotonda sono stati analizzati anche gli ultimi dati economici previsionali che annunciano i primi segnali di ripresa e le misure promosse dal Governo al fine di sostenere sia il sistema produttivo  sia i contesti territoriali in cui le imprese operano.

“Con la legge di stabilità – ha detto Zanonato nel suo intervento - il Governo ha messo a disposizione 11,7 miliardi di investimenti per la competitività, la riduzione del costo del lavoro, l’energia, la semplificazione burocratica, il credito alle Pmi, l’export e l’investimento di capitali stranieri”. Il Ministro  ha riconosciuto che si tratta di “cifre non pienamente soddisfacenti, e piacerebbe a tutti aggiungere ulteriori risorse” ma- ha sottolineato-  allo stesso tempo occorre sapere di dover fare i conti con i vincoli europei.

“È comunque anche vero - ha sottolineato infine - che a queste cifre vanno aggiunti quei 30 miliardi in tre anni di cui si è parlato con il commissario alla spending review Carlo Cottarelli, per il risparmio nella pubblica amministrazione”.


Questa pagina ti è stata utile?

NO