Sistema ETS: regole per gli impianti "opt out"

Giovedì, 29 Agosto 2013

Il Comitato ETS ha approvato la delibera che disciplina i 166 impianti piccoli emettitori esclusi dal sistema ETS.

La delibera 16/2013 regola tali impianti, di cui riporta in allegato la lista, sulla base della lettera della Commissione Europea del 12 dicembre 2012, con le relative “Emissioni annue consentite” nei singoli anni dal 2013 al 2020.

La delibera prevede anche l’istituzione del Registro Nazionale Piccoli Emettitori (RENAPE), cui gli impianti in oggetto sono iscritti d’ufficio in alternativa al’iscrizione nel Registro ETS dell’ISPRA.

Fra le scadenze, l’art. 4 della delibera prescrive che i gestori degli impianti redigano il Piano di monitoraggio sulla base del format approvato dal Comitato, lo sottoscrivano con firma digitale e lo inviino al Comitato per l’approvazione agli indirizzi di posta elettronica ras.monitoraggio-ets@minambiente.it  e  piccoliemettitori.esclusiETS@mise.gov.it  entro le ore 12:00 del 30 settembre 2013.

Il Ministero dell'Ambiente raccomanda di inserire nelle e-mail di invio la richiesta di lettura/ricezione del messaggio e di indicare nell’oggetto dell’e-mail “Aut. n. xxxx: PdM_OPT-OUT”, sostituendo xxxx con il numero di autorizzazione ad emettere gas ad effetto serra dell’impianto. Nel caso in cui fosse necessario allegare al Piano di cui sopra ulteriori evidenze documentali, si richiede di includere i file in cartelle in formato.zip di dimensioni non superiori ai 5MB (utilizzando, se necessario, più di una e-mail).

Per approfondimenti è possibile consultare la pagina sugli impianti "opt out" presente nel sito del Ministero dell'Ambiente.

La delibera è pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 187 del 10/8/2013.



Questa pagina ti è stata utile?

NO