Lucchini, al Mise istituzioni e sindacati incontrano il ministro Zanonato

Entro 2 settimane il tavolo siderurgia, poi quello per il piano industriale

Roma, 7 maggio 2013 -  Massimo impegno personale, e del Dicastero che guida, su un fronte così  esposto ai venti forti della crisi come quello della siderurgia. Lo ha assicurato il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato alla delegazione mista istituzioni-sindacati che, ricevuta a via Veneto, ha riproposto con forza la gravità della vertenza Lucchini e l’urgenza di trovare una soluzione all’altezza delle sfide del mercato. 

Il titolare del Mise, che ha confermato l’incontro di venerdì prossimo con la Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani per affrontare anche il tema del sito Lucchini della Ferriera di Servola (Trieste), si è detto assolutamente favorevole alla convocazione da parte dello Sviluppo Economico di un Tavolo per la siderurgia, con la presenza degli imprenditori del settore, prima che si tenga quello comunitario. L’appuntamento potrebbe essere messo in agenda entro due settimane.

La riunione - che è stata presieduta dal Sottosegretario Claudio De Vincenti - ha visto la partecipazione dei sindacati nazionali, dei segretari nazionali di categoria Maurizio Landini (Fiom), Guglielmo Gambardella (Uilm) e Marco Bentivogli (Fim Cisl), delle rappresentanze aziendali, del sindaco di Piombino Gianni Anselmi, dell’assessore alle attività produttive della Regione Toscana Gianfranco Simoncini e di altri esponenti delle istituzioni locali interessate dalla vertenza.

L’incontro è servito inoltre ad affrontare il nodo del piano industriale che il commissario straordinario della Lucchini Piero Nardi sta mettendo a punto e che sarà presentato a fine giugno.

Il Mise ha assicurato che tale piano sarà sottoposto al confronto con le organizzazioni sindacali, in un incontro che si terrà al Ministero entro i primi giorni di giugno.




Questa pagina ti è stata utile?

NO