Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

Per educare a un consumo digitale sostenibile e responsabile

Immagine decorativa

Con 356 progetti di educazione a un consumo del digitale consapevole e responsabile presentati dalle scuole si è chiuso il 27 maggio il Bando Saper(e)Consumare.

La risposta all’invito lanciato dal Ministero dello sviluppo economico, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, è arrivata da tutto il territorio nazionale: sono 183 le scuole secondarie di I grado e 173 quelle di II grado che hanno partecipato al concorso, distribuite in 267 comuni e 95 province. In particolare, l'area territoriale di provenienza dei progetti è il Nord per il 35,1%, il Centro per il 25,3, il Sud per il 26,4 e le Isole per il 13,2%.

Si conferma l’interesse delle scuole per i quattro temi di attualità (Educazione digitale, Diritti dei consumatori, Consumo sostenibile, Educazione finanziaria) protagonisti del concorso, già oggetto nei mesi scorsi del percorso di info-formazione rivolto ai docenti e che possono costituire la base per percorsi interdisciplinari in tema di educazione al consumo consapevole e responsabile e validi contenuti per l’insegnamento dell’educazione civica.

A seguito della valutazione che si concluderà a fine giugno, saranno 150 le scuole vincitrici che potranno ricevere un premio di 10.000 euro per potenziare le dotazioni e le competenze digitali.

 

 Infografica

Infografica con i dati presentati nell'articolo

Per maggiori informazioni

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina