Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

Obiettivo è sviluppare una politica industriale del settore per accelerare l’infrastrutturazione digitale del paese

Immagine decorativa

Dobbiamo trovare un punto di equilibrio tra gli interessi delle aziende, dei lavoratori e dei consumatori. Al tempo stesso bisogna avere ben chiaro che l’obiettivo è sviluppare una politica industriale del settore delle telecomunicazioni che possa beneficiare degli investimenti previsti dal Pnrr per accelerare l’infrastrutturazione digitale del paese”. Così il ministro Giancarlo Giorgetti al termine del tavolo sulle telecomunicazioni, una sorta di stati generali del settore che si è riunito al Minisero dello sviluppo economico nella sala del Parlamentino.

All’incontro hanno partecipato, insieme con la sottosegretaria Anna Ascani e per una parte con il ministro Vittorio Colao, l’Agcom, Antitrust, ministero del lavoro, le associazioni datoriali, i sindacati e gli operatori. “Dobbiamo tornare a fare politica industriale - aggiunge Giorgetti - riscrivendo le condizioni dell’offerta per favorire da una parte l’investimento privato e dall’altro la sana concorrenza”.

Giorgetti, al termine di un confronto durato quasi tre ore, ha anche annunciato che “il confronto proseguirà su tavoli separati” per favorire in tempi brevi una soluzione condivisa. Tra gli interventi illustrati oggi, il ministro ha sottolineato che alcuni hanno “un costo politico” come la riduzione dei limiti dell’inquinamento elettromagnetico e alcune semplificazioni normative, altri invece, un “costo economico da valutare con il Mef”.

 

Galleria fotografica

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"