Ricorso Radio Puglia S.r.l. contro Ministero dello Sviluppo Economico e nei confronti di C.R.C. Centro Radiodiffusione Campania Soc. Coop. - Notifica per pubblici proclami

Giovedì, 20 Maggio 2021

Nel ricorso proposto da Radio Puglia S.r.l. contro Ministero dello Sviluppo Economico e nei confronti di C.R.C. Centro Radiodiffusione Campania Soc. Coop. il Tar del Lazio Roma, Sezione Terza Ter, con ordinanza n. 5482/2021 ha disposto l’integrazione del contraddittorio ai sensi dell’art. 49 c.p.a. nei confronti dei soggetti utilmente collocati nella impugnata graduatoria delle emittenti ammesse al finanziamento, autorizzando la notificazione del ricorso per pubblici proclami da eseguirsi con la pubblicazione di un avviso sul sito web istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico secondo le modalità indicate nella predetta ordinanza e con l’obbligo per il Mise di pubblicare, previa consegna da parte del ricorrente, il testo integrale del ricorso, dell’ordinanza n. 5482/2021 e dell'elenco nominativo dei controinteressati “…genericamente indicati come i soggetti inseriti nella graduatoria approvata con Decreto Direttoriale Ministero Sviluppo Economico n.58967 del 01.10.2018 relativa alla procedura indetta con Decreto del 20.10.2017 (pubblicato in G.U. n.263 del 10.11.17) recante la pubblicazione delle “modalità di presentazione delle domande per i contributi alle emittenti radiofoniche e televisive locali” per gli anni 2016, 2017 e 2018;”.

In esecuzione della ordinanza Tar Lazio - Roma, Sezione Terza Ter - n. 5482/2021 (rg 13802/2018) con la quale è stata disposta la notificazione del ricorso per pubblici proclami si pubblicano l’avviso di cui alla suddetta ordinanza e i documenti trasmessi da Radio Puglia S.r.l.
Autorità giudiziaria: Tar Lazio - Roma - Sezione Terza Ter - ricorso RG.N. 13802/2018
Parti del giudizio: Radio Puglia S.r.l. contro Ministero dello Sviluppo Economico e nei confronti di C.R.C. Centro Radiodiffusione Campania Soc. Coop.
Estremi degli atti impugnati e sunto dei motivi di gravame di cui al ricorso: Atti Impugnati: “ricorso per l’annullamento – previa sospensione: a) del Decreto Direttoriale Ministero Sviluppo Economico n.58967 del 01.10.2018 di approvazione della graduatoria definitiva delle domande ammesse al contributo (per l’anno 2016) delle emittenti radiofoniche, nella parte in cui alla ricorrente è stato assegnato il punteggio totale di 36,161 (175° posto), con un importo di € 12.556,37; b) degli atti in essi richiamati e, in particolare, dei verbali istruttori del M.I.S.E. e della nota M.I.S.E. prot.n. 0060322 dell’8.10.2018; c) ove occorra, del Decreto M.I.S.E. del 20.10.2017 e del Regolamento di cui al d.p.r. 23.08.2017 n.146 nonché dei Decreti di liquidazione dei contributi di cui agli allegati A e B del D.D. n.58967/2018, ivi compreso quello in favore della ricorrente per il minore importo di € 12.556,37; d) di ogni altro atto e provvedimento ai precedenti presupposto o conseguente, ancorché ignoto negli estremi; e) per il risarcimento in via specifica; f) in via gradata, per il risarcimento dei danni in via generica”, Motivi di ricorso: “erronea attribuzione del punteggio che determinava l’illegittima attribuzione del punteggio totale complessivo di 36,161 n luogo di 226,014, con assegnazione del maggiore contributo previsto in € 48.235,45”.

La pubblicazione viene effettuata in esecuzione della ordinanza del Tar Lazio - Roma, Sezione Terza Ter - n. 5482/2021 (rg 13802/2018), pubblicata l’11.5.2021
Lo svolgimento del processo può essere seguito sul sito www.giustizia-amministrativa.it

Documenti trasmessi da Radio Puglia S.r.l.:

Elenco nominativo dei controinteressati. Soggetti inseriti nella graduatoria approvata con Decreto Direttoriale Mise n.58967 del 1.10.2018 di cui agli allegati A e B:


Questa pagina ti è stata utile?

NO