Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

Attività di ricerca, sviluppo e innovazione

Contesto

La Decisione della Commissione europea C(2019) 8823 final del 9 dicembre 2019 ha autorizzato gli aiuti di Stato di Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Polonia e Svezia a sostegno della realizzazione del primo importante progetto di comune interesse europeo nel settore delle batterie (IPCEI Batterie 1). L’IPCEI Batterie 1 comprende attività di ricerca, sviluppo e innovazione, anche comprese nella prima applicazione industriale, volte a introdurre tecnologie altamente innovative e sostenibili lungo l’intera catena del valore delle batterie agli ioni di litio, con l’intento di migliorare le caratteristiche di durata, i tempi di caricamento, la sicurezza e la compatibilità ambientale dei nuovi prodotti rispetto al corrente stato dell’arte. Gli obiettivi innovativi del progetto interessano il miglioramento della sostenibilità ambientale dei diversi segmenti della catena del valore delle, con l’intento di ridurre le emissioni e gli scarti generati dai processi di produzione e di sviluppare modelli sostenibili ed ecologici di smontaggio e riciclaggio delle componenti e materiali in linea con i principi dell’economia circolare.

Gli aiuti autorizzati a livello comunitario ammontano a 3,2 miliardi di euro complessivi, e potranno essere accordati dagli Stati membri in favore delle imprese partecipanti alla realizzazione dell’IPCEI Batterie 1 per lo svolgimento delle attività di ricerca, sviluppo e innovazione fino al 2031, con differenze per ciascuna impresa e paese. Partecipano al progetto, ai sensi della citata Decisione di autorizzazione, diciassette imprese; sono previsti inoltre partecipanti indiretti, non beneficiari degli aiuti autorizzati, e ulteriori soggetti coinvolti nell’iniziativa nelle fasi di disseminazione dei risultati che costituiscono parte integrante del progetto, tra cui gli organismi di ricerca.

Per l’Italia, sono ammissibili alle agevolazioni nell’ambito dell’IPCEI Batterie 1 cinque imprese, selezionate a seguito della manifestazione d’interesse lanciata per selezione delle iniziative e la successiva notifica.

Attuazione

Con decreto 7 luglio 2021 del Ministro dello sviluppo economico è stato attivato l’intervento del Fondo IPCEI a sostegno dell’IPCEI Batterie 1, a norma dei criteri generali stabiliti dal Decreto 21 aprile 2021 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.

Per l’intervento, sono complessivamente attivate risorse pari a 473,35 milioni di euro.

Sono concesse agevolazioni in forma di contributo, nel rispetto delle modalità, delle condizioni e delle misure contenute nella Decisione europea di autorizzazione.

Modalità di accesso e concessione delle agevolazioni

Possono accedere alle agevolazioni i soggetti coinvolti nell’ambito dell’IPCEI Batterie 1 autorizzato dalla Decisione della Commissione europea C(2019) 8823 final del 9 dicembre 2019, ammessi al sostegno delle autorità italiane.

Ai fini dell’accesso alle agevolazioni, i soggetti ammissibili sono tenuti a presentare istanza all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ai sensi dell’articolo 3, comma 1, del decreto 7 luglio 2021, corredata dei relativi allegati ivi previsti.

Le agevolazioni sono concesse ai soggetti beneficiari dell’intervento con decreto del Ministero dello sviluppo economico, a seguito del positivo svolgimento dell’istruttoria di accesso da parte dello stesso. Ai sensi dell’articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123, i soggetti interessati hanno diritto alle agevolazioni esclusivamente nei limiti delle disponibilità finanziarie. Le istanze di accesso sono, pertanto, accolte nei limiti delle risorse finanziarie disponibili. Nel caso le stesse non consentano il finanziamento integrale delle iniziative agevolabili, il Ministero dello sviluppo economico procede alla concessione ripartendo le disponibilità in misura proporzionale agli importi di agevolazione spettanti a ciascun partecipante.

Esecuzione dei progetti ed erogazione delle agevolazioni

Per l’attuazione dei progetti, i soggetti beneficiari devono ottemperare a tutte le condizioni di svolgimento dell’iniziativa agevolata e a presentare la relativa reportistica nell’ambito della governance del programma, nel rispetto di quanto stabilito dalla Decisione di autorizzazione.

Per l’erogazione delle agevolazioni da parte del Ministero, i soggetti beneficiari sono tenuti a presentare le relative richieste all’indirizzo di posta elettronica certificata dedicato, presentando la documentazione di supporto prevista ai sensi del decreto decreto 7 luglio 2021.

I soggetti beneficiari possono richiedere informazioni e presentare quesiti sull’interpretazione delle disposizioni all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Alle richieste di chiarimenti normativi e procedurali viene fornita una risposta attraverso le FAQ pubblicate sulla pagina dedicata. Non verranno date risposte a quesiti di carattere specifico, ma solo a quelli aventi carattere generale relativi all'interpretazione delle disposizioni attuative.

Per maggiori informazioni

Normativa

Informativa sul trattamento dei dati personali ex art 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679

Modello antimafia Dichiarazione sostitutiva di iscrizione alla CCIAA (doc)

Modello antimafia familiari conviventi (doc)

 

 Ufficio competente

 

 

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"