Ecobonus automotive – Incentivi per la mobilità sostenibile

Immagine decorativa

Con le novità introdotte nel decreto Rilancio è stata ampliata la gamma di veicoli che sarà possibile acquistare con i contributi previsti dal Fondo Automotive.

Viene ridefinito e potenziato lo strumento dell’ecobonus che, oltre a incentivare la transizione verso l’elettrico e i veicoli a ridotte emissioni, ha l’obiettivo di supportare il settore dell’automotive fortemente colpito dall’emergenza Covid.

E’ una misura promossa dal Ministero dello Sviluppo economico e gestita da Invitalia.


I contributi concessi per le fasce di emissioni 0-20 g/km e 21-60 g/km sono: 

  • 0-20  g/km: 6.000 euro con rottamazione e 4.000 senza rottamazione;
  • 21-60 g/km: 2.500 euro con rottamazione e 1.500 senza rottamazione. 

Alle medesime due fasce potranno aggiungersi 2.000 euro con rottamazione e 1.000 senza rottamazione fino al 31 dicembre 2020. 

Riguardo invece le due nuove fasce di emissioni 61-90 g/km e 91-110 g/km sono stati ridefiniti i contributi messi a disposizione: 

  • 61-90 g/km: 1.750 euro con rottamazione e 1.000 euro senza rottamazione;
  • 91-110 g/km: 1.500 euro con rottamazione e 750 euro senza rottamazione. 

L’ecobonus relativo alle due nuove fasce potrà essere richiesto per i veicoli acquistati e immatricolati dal 15 agosto 2020.

 

 

Per maggiori informazioni

Vai al sito https://ecobonus.mise.gov.it

 


Questa pagina ti è stata utile?

NO