Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano
Documento: Verbale di incontro
Azienda: Titagarh Firema SpA
Settore: Ferroviario
Numero dipendenti: circa 352
Data: 20/07/2022
 
In data 20 luglio 2022 si è svolto un incontro convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico avente ad oggetto la società Titagarh Firema SpA. La riunione è stata presieduta dal Coordinatore della Struttura per le crisi d'impresa, Luca Annibaletti. Hanno partecipato: per il MiSE il Responsabile della Segreteria tecnica del Viceministro, Stefano D’Addona, la Dirigente della Divisione crisi d'impresa, Chiara Cherubini e funzionari della Divisione; per Invitalia il Responsabile incentivi e innovazione, Ernesto Somma, il Responsabile del Fondo di Salvaguardia, Paolo Alberto De Angelis, e il Senior investment manager, Riccardo Parisi; per la Regione Campania l’Assessore alle attività produttive e lavoro, Antonio Marchiello, e Giovanni Nicosia Campo; per Confindustria Caserta il Direttore generale, Lorenzo Chiello, e Francesca Solimene; per Titagarh Firema il Presidente del Consiglio di Amministrazione, Luigi Traettino, l’Amministratore Delegato, Umesh Chowdhary, il Direttore generale, Fabrizio Zamagni, il Vice Presidente HR, Marco Lingua e il Vice President Coordinator CEO’s Office, Ankit Gupta; le Segreterie nazionali e territoriali di CISL, FIOM-CGIL, FIM-CISL, UILM, unitamente alle RSU.
 
Luca Annibaletti ha richiesto un aggiornamento alla società e a Invitalia sul procedimento in corso per l’intervento del Fondo di Salvaguardia.
 
Ernesto Somma ha comunicato che sono stati definiti tutti gli aspetti sostanziali e prodromici all’intervento del Fondo di Salvaguardia, con ingresso di Invitalia nella compagine sociale unitamente ad altro investitore. Ha aggiunto che, pertanto, l’operazione potrà essere definitivamente formalizzata dopo gli ultimi adempimenti previsti, tra cui la procedura antitrust, trattandosi di società quotata. Ha espresso soddisfazione in quanto è prevista la salvaguardia della produzione industriale e del perimetro occupazionale, che conferma la concreta efficacia dello strumento.
 
Luigi Traettino, coadiuvato da Fabrizio Zamagni, ha confermato quanto dichiarato da Invitalia sul Fondo di Salvaguardia, aggiungendo che la società si è aggiudicata importanti commesse pluriennali, tra cui Regione Lazio, Metropolitana di Catania e Ferrovie Nord. Sul punto, ha tuttavia voluto segnalare maggiori difficoltà nella partecipazione alle gare a causa dei requisiti richiesti dalle stazioni appaltanti.
 
Le Organizzazioni Sindacali e Confindustria hanno espresso apprezzamento per l’intervento di Invitalia attraverso il Fondo di Salvaguardia, che potrà consentire la salvaguardia di tutti i lavoratori coinvolti e avviare un percorso di reindustrializzazione con prospettive di crescita, ringraziando il MiSE per il ruolo svolto.
 
La Regione Campania ha sottolineato l’importanza della soluzione raggiunta, trattandosi di una realtà molto importante per il territorio di Caserta.
 
A conclusione dell’incontro, anche Luca Annibaletti ha espresso soddisfazione per l’imminente conclusione del procedimento che prevede l’intervento di Invitalia attraverso il Fondo di Salvaguardia. Ha ringraziato tutte le parti interessate per l’impegno profuso e il contributo convergente verso la soluzione individuata e raggiunta. Ha comunicato che il MiSE monitorerà le successive fasi del piano.


Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina