Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Privacy Policy
Governo italiano

Documento:Verbale di incontro
Azienda: CMC Cooperativa Ravenna
Settore: Edilizia
Numero dipendenti: 1.400
Data: 12 settembre 2022

In data 12 settembre 2022, si è tenuto, in videoconferenza, incontro relativo alla Cooperativa CMC Ravenna, che segue quello svoltosi in data 5 agosto 2022. La riunione è stata presieduta dal Coordinatore della Struttura per le Crisi d’impresa, Dott. Luca Annibaletti. Per il MiSE hanno partecipato il Responsabile della Segreteria Tecnica del Vice Ministro Todde, Stefano D’Addona, per la Direzione generale per la vigilanza sugli enti cooperativi e sulle società, Laura Iacone, la Dirigente della Div. III Crisi d’impresa, Chiara Cherubini, con la funzionaria della Divisione Giulia Moscoloni, e gli esperti. Hanno presenziato altresì: per il Ministero dell’Economia e delle Finanze, Dipartimento del Tesoro il Direttore della Direzione VII - Valorizzazione del Patrimonio Pubblico, Filippo Giansante; per il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali il Segretario Generale, Andrea Bianchi; per Invitalia Ernesto Somma; per la Regione Emilia Romagna l’Assessore allo sviluppo economico, Vincenzo Colla e Roberto Ferrari; per CMC Ravenna il Presidente, Alfredo Fioretti, e l’Amministratore delegato, Romano Paoletti, i Commissari Giudiziali, Antonio Gaiani e Luca Mandrioli e Stefania Marchesini in rappresentanza del Commissario Andrea Ferri; per la Legacoop Emilia Romagna il Presidente, Giovanni Monti; le Segreterie nazionali di CGIL, CISL e UIL e le Segreterie nazionali e territoriali di FILLEA-CGIL, FILCA-CISL e FENEAL-UIL.

Il Dott. Annibaletti ha aperto la riunione, specificando che il tavolo, originariamente convocato per il primo settembre è stato differito alla data odierna, stante la necessità di attendere gli esiti del ragionevole sviluppo delle trattative pendenti tra la Società e due potenziali partners industriali; ha quindi invitato CMC a fornire aggiornamenti in merito.

L’Amministratore delegato, Dott. Paoletti, ha evidenziato l’intervenuta elaborazione di due progetti che dovrebbero garantire la salvaguardia dei livelli occupazionali e produttivi, attraverso il coinvolgimento di soggetti industriali e l’intervento di risorse pubbliche a supporto dell’operazione. Al momento, date le caratteristiche delle operazioni in corso, è opportuno mantenere la riservatezza sul nominativo dei soggetti in questione,

Il Dott. Giansante ha specificato, in ordine a tale ultimo aspetto, che il MEF sta valutando le linee guida del progetto di CMC sotto tre profili: serietà e solidità dell’acquirente; prospettive di recupero per CMC; rispondenza del progetto medesimo ai parametri necessari ai fini dell’attivazione di risorse pubbliche.

Il Prof. Somma ha dichiarato di ritenere l’operazione in linea teorica procedibile, ma naturalmente devono essere effettuate tutte le analisi e gli approfondimenti del caso, nel rispetto delle normative sugli interventi pubblici.

Il Dott. Annibaletti, nel ribadire l’attenzione delle Istituzioni per la continuità operativa di CMC e la salvaguardia occupazionale, ha invitato la Società a chiarire le plausibili tempistiche di chiusura del progetto.

Il Dott. Paoletti ha precisato, sul punto, che ai fini della definizione del percorso da intraprendere sono necessarie due o tre settimane, mentre il termine finale di chiusura dell’operazione si colloca alla metà del prossimo mese di Ottobre 2022.

Ha quindi preso la parola l’Assessore Colla, insistendo affinché i Ministeri competenti forniscano supporto all’operazione e, in particolare, il Ministero del Lavoro intervenga tempestivamente per la proroga degli ammortizzatori sociali.

Il Dott. Bianchi ha dichiarato che il Ministero del Lavoro non ravvisa, allo stato, criticità nel prorogare la cassa integrazione straordinaria.

Le Organizzazioni Sindacali hanno accolto favorevolmente l’aggiornamento relativo al coinvolgimento di due nuovi soggetti industriali, sollecitando l’intervento pubblico ai fini della salvaguardia dell’occupazione e delle prospettive industriali.

Hanno inoltre ribadito l’estrema urgenza della proroga degli ammortizzatori sociali e della cassa integrazione straordinaria, nonché ribadito la richiesta il coinvolgimento del MISE nella valutazione di affidabilità dei partners industriali in questione.

Il Dott. Annibaletti ha concluso l’incontro, preannunciando che, alla luce di quanto espresso nella riunione odierna, verrà riconvocato un aggiornamento del Tavolo in forma plenaria auspicabilmente nei primi giorni Ottobre 2022. Nel mentre le Istituzioni continueranno il dialogo con CMC.

Questa pagina ti è stata utile?

Non hai validato correttamente la casella "Non sono un robot"
Torna a inizio pagina