Verbale di riunione - Acciai Speciali Terni (28 maggio 2020)

Documento: Verbale di Riunione
Azienda: Acciai Speciali Terni S.p.A.
Settore: Siderurgico
Numero dipendenti: 2350
Data: 28 maggio 2020

Il 28 maggio 2020 si è tenuta la conference call convocata dal Ministero dello Sviluppo Economico avente ad oggetto la società Acciai Speciali di Terni. All’incontro, presieduto dal Vice Capo di Gabinetto allo Sviluppo Economico Giorgio Sorial, erano presenti le sottosegretarie al Ministero dello Sviluppo Economico Alessandra Todde e Alessia Morani, Marco Calabrò della Direzione Generale Politica Industriale, l’Innovazione e le PMI del MiSE, Chiara Cherubini, Melissa Ghisellini e Paola Capone della Struttura Crisi di impresa del Mise, la Presidente Donatella Tesei e l’Assessore Michele Fioroni della Regione Umbria, il sindaco di Terni Leonardo Latini. Per la società AST Thyssenkrupp erano presenti l’AD Massimiliano Burelli, il direttore HR Luca Villa e Tullio Camiglieri. Erano inoltre presenti le segreterie nazionali e territoriali di CGIL, CISL, UIL, FIOM, FIM, UILM, UGL METALMECCANICI, USB Lavoro Privato e FISMIC e il Presidente di Federmanager Terni Luciano Neri e Augusto Magliocchetti della Commissione Siderurgia di Federmanager. Come uditori hanno partecipato il Sen. Walter Verini, il Sen. Leonardo Grimani e il Sen. Stefano Lucidi.
L’Ing. Sorial ha aperto la riunione richiamando il lavoro svolto dalle parti sindacali e dal Mise per definire gli accordi sottoscritti presso il Ministero dello Sviluppo Economico, in particolare l’accordo avente ad oggetto il piano industriale 2018–2020 e gli impegni aziendali riguardo alla salvaguardia occupazionale, agli investimenti e al consolidamento della posizione del plant sul mercato. Ha inoltre precisato che l’oggetto dell’incontro riguarda anche le dichiarazioni relative alla cessione delle acciaierie di Terni.
Le sottosegretarie Alessia Morani e Alessandra Todde hanno evidenziato la strategicità del sito ternano, ribadendo, altresì, l’esigenza di mantenerne l’integrità produttiva e la salvaguardia occupazionale. Hanno, quindi, invitato l’azienda a fornire un aggiornamento in merito.
L’Ing. Burelli ha confermato gli impegni da parte dell’azienda contenuti nell’accordo sottoscritto presso il Mise nel 2019 riguardo agli investimenti e alla salvaguardia dei livelli occupazionali e produttivi, sia pure in presenza di un rallentamento delle attività dovuto al contesto macroeconomico emergenziale.
Ha confermato la decisione del Gruppo ThyssenKrupp di cedere le acciaierie di Terni nell’ambito di un processo di riorganizzazione e di cessione di alcuni rami di azienda a livello globale. La procedura di cessione non è ancora ufficialmente aperta e pur essendoci l’interesse informale da parte di diversi soggetti all’acquisizione del sito produttivo, non ci sono ancora manifestazioni di interesse formali. Non si prevedono tempistiche brevi e ancora non sono state definite, ma il processo di cessione in tutto potrebbe avere una durata di circa 9 o 12 mesi. L’Ing. Burelli, ha precisato che l’obiettivo è un cambio di proprietà parziale o totale che consenta alle acciaierie di Terni di continuare a crescere, salvaguardando l’assetto impiantistico e le produzioni di Ast. Attualmente le produzioni e il portafoglio clienti del sito rimangono confermati e l’azienda non si trova in stato di crisi. Inoltre, l’ipotesi di “vendita a pezzi” non è di interesse della proprietà.
Infine, ha confermato l’impegno a mantenere i lavoratori interinali qualora le condizioni di mercato lo consentano, ribadendo anche la disponibilità a confrontarsi con le organizzazioni sindacali in merito.

Le Organizzazioni Sindacali hanno espresso preoccupazione riguardo alla salvaguardia occupazionale ed industriale del sito chiedendo al Governo di intervenire su Thyssenkrupp per ridurre i tempi del processo di cessione, in quanto i tempi prospettati sono troppo lunghi nell’incertezza circa l’assetto azionario futuro e circa il piano industriale ed occupazionale di lungo periodo. Hanno evidenziato l’esigenza di precisazioni sul percorso di ricerca di soggetti industriali e sulle tappe del processo di cessione.
Hanno inoltre chiesto al Governo di studiare misure per il settore per il tramite di un tavolo dedicato.

La Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, nel ribadire l’obiettivo comune del mantenimento del sito ternano per la sua strategicità per l’economia nazionale, ha dichiarato la propria ampia disponibilità a monitorare il percorso di selezione di un partner industriale con caratteristiche di affidabilità industriale, finanziaria, occupazionale ed ambientale.

Il Sindaco di Terni, nell’esprimere la profonda preoccupazione dell’intera comunità del territorio ternano in merito alla vicenda, ha auspicato la massima coesione e il rispetto di tutti gli obiettivi posti, unitamente all’applicazione di tutte le misure di salvaguardia del sito produttivo.

Le sottosegretarie Alessia Morani e Alessandra Todde hanno confermato la massima disponibilità del Ministero dello Sviluppo Economico a monitorare l’evoluzione della situazione e la volontà del Governo di studiare un piano complessivo per sostenere il settore siderurgico, per la sua strategicità per il sistema paese.

L’ing. Sorial ha concluso l’incontro confermando la disponibilità del Ministero dello Sviluppo Economico a riconvocare a breve il tavolo di confronto istituzionale per gli approfondimenti riguardo al percorso intrapreso.

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO