Brevetti

Come registrare un brevetto

Puoi richiedere un brevetto per invenzione o per modello di utilità in tre modi diversi:

  • compilando e depositando la domanda online;
  • compilando digitalmente e consegnando il modulo cartaceo, disponibile alla pagina https://uibm.mise.gov.it/index.php/it/deposito-titoli/modulistica-per-il-deposito-cartaceo/86-normativa/2036082-domande, allo sportello di una qualsiasi Camera di Commercio, industria, agricoltura ed artigianato;
  • compilando digitalmente e spedendo il modulo cartaceo tramite posta all’indirizzo: Ministero dello sviluppo economico, Direzione generale per la tutela della proprietà industriale - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM), via Molise, 2 - 00187 Roma.

 

Contatti dell'ufficio brevetti nazionale

Per ricevere tutte le informazioni utili puoi contattare l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM)

  • Mail: contactcenteruibm@mise.gov.it
  • Telefono: (+39) 06 4705 5800. Il servizio è attivo tutti i giorni dal lunedì al venerdì, esclusi i festivi.

 

Disponibilità online della procedura

Per accedere al servizio di deposito telematico:

 

Quali documenti sono necessari per avviare la procedura

  • La domanda redatta su modulo contenente le informazioni bibliografiche riguardanti
    • il titolo del trovato
    • la data del deposito
    • la data di priorità (in caso sia rivendicata una priorità nazionale o estera)
    • designazione dell’inventore
    • i dati anagrafici del richiedente
    • domicilio elettivo
    • eventuali domande collegate
  • la descrizione del trovato, preceduta da un riassunto
  • le rivendicazioni
  • i disegni (opzionali)
  • la versione in lingua inglese delle rivendicazioni per le sole invenzioni per cui non sia rivendicata la priorità di una precedente domanda. In alternativa, dovrai corrispondere i previsti diritti di traduzione pari a € 200,00
  • la versione inglese del riassunto e/o della descrizione (opzionali)
  • la lettera d’incarico, l’atto di procura o la dichiarazione di riferimento a una precedente procura generale nel caso sia stato nominato un mandatario o un professionista abilitato (opzionale)
  • il documento di priorità (eventuale)
  • la quietanza di pagamento dei diritti dell’Ufficio (in caso di deposito cartaceo della domanda).

 

Termini per la presentazione dei documenti

E’ indispensabile depositare la domanda, nella quale il richiedente sia identificabile e raggiungibile, allegando almeno un documento che possa essere assimilato ad una descrizione dell’invenzione o del modello, provvedendo nella stessa data al pagamento dei diritti. In caso di pagamento successivo la data ufficiale di deposito viene posticipata a quella del pagamento.

I documenti non depositati contestualmente alla domanda, di cui si sia formulata riserva di deposito, possono essere depositati entro il termine di due mesi dalla data di deposito.

I documenti comprovanti la priorità devono essere depositati entro sei mesi dalla data di deposito della domanda.

In caso di inosservanza di un termine è prevista la possibilità di presentare istanza di continuazione della procedura soggetta al pagamento di un diritto aggiuntivo.

 

Diritti d’ufficio

Le tasse di deposito variano a seconda della tipologia di brevetto (per invenzione o per modello di utilità) e della modalità di deposito della domanda (telematica o cartacea).

Brevetti per invenzione:

  • in caso di deposito telematico, i diritti di deposito ammontano a € 50,00
  • in caso di deposito cartaceo, i diritti di diritti di deposito sono compresi tra € 120,00 ed € 600,00 in funzione del numero di pagine di cui è composta la domanda
  • per ogni eventuale rivendicazione oltre la decima è prevista una tassa aggiuntiva di € 45,00.

Brevetti per i modelli di utilità:

  • in caso di deposito telematico, i diritti di deposito ammontano a € 50,00
  • per il deposito cartaceo, i diritti di deposito ammontano a € 120,00 a prescindere dal numero di pagine e dal numero di rivendicazioni.

In caso di deposito della domanda in formato cartaceo, in aggiunta ai suddetti, sono dovuti alla Camera di Commercio ulteriori diritti di segreteria pari ad euro 40,00.

Dal quinto anno dalla data di deposito della domanda sono dovuti diritti di mantenimento in vita:

  • per i brevetti per invenzione, il diritto annuale dovuto è d’importo crescente da € 60,00 fino a € 650,00 (al 20° anno);
  • per i brevetti per modello d’utilità, il diritto dovuto per il secondo quinquiennio è pari a € 500,00.

E’ possibile beneficiare della riduzione del 50% dei diritti dovuti per il mantenimento in vita di titoli brevettuali qualora il richiedente dichiari di offrire al pubblico licenza non esclusiva.

E’ ammesso il pagamento tardivo, entro il sesto mese dalla scadenza, con l’applicazione di un diritto di mora pari a € 100,00.

In casi eccezionali, entro due mesi dalla cessazione della causa giustificativa dell'inosservanza del termine o comunque entro un anno dal giorno di scadenza del termine comunque utile stabilito per il versamento del diritto è possibile presentare una istanza di reintegrazione, allegando l'attestazione comprovante il pagamento del diritto dovuto, comprensivo del diritto di mora.

La gestione di ogni atto che riguarda la proprietà industriale comporta, inoltre, il pagamento di eventuali costi eventuali:

  • istanza di continuazione della procedura euro 300,00
  • istanza di annotazione nel registro pubblico dei titoli di proprietà industriale di variazioni anagrafiche o altri fatti o atti giuridicamente rilevanti, euro 16,00 titolo di imposta di bollo
  • istanza di trascrizione nel registro pubblico dei titoli di proprietà industriale di atti inerenti il diritto di brevetto:
  • diritti pari ad euro 50,00 per ciascun brevetto
  • imposta di bollo; in caso di deposito telematico euro 85,00 (forfettaria), in caso di deposito cartaceo: euro 16,00 per l’istanza + 16,00 ogni quattro facciate dell’atto allegato
  • richiesta di copie integrali, o per estratto, semplici o con certificazione di autenticità di atti o documenti contenuti nel fascicolo

Sono inoltre previste tariffe per l’invio della documentazione e per la fornitura dei dati della banca dati-UIBM.

 

Quali sono le autorità responsabili della registrazione e della convalida del brevetto europeo

L’autorità responsabile a ricevere la domanda di convalida della traduzione del testo del Brevetto europeo è il Ministero dello sviluppo economico, Direzione generale per la tutela della proprietà industriale - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM), via Molise, 2 - 00187 Roma.

 

Possibilità di presentare la domanda di persona, per posta elettronica o elettronicamente

Puoi richiedere la convalida della traduzione del testo di un Brevetto europeo in tre modi diversi:

 

Indicazioni su eventuali diritti amministrativi da pagare prima della presentazione della domanda

Non vi sono eventuali diritti amministrativi da pagare prima della presentazione della domanda.

 

Ammontare delle tasse di rinnovo annuali

Per i brevetti europei convalidati in Italia la prima tassa annuale è dovuta a partire dall'anno successivo a quello in cui la menzione della concessione del brevetto europeo è stata pubblicata nel Bollettino Europeo dei Brevetti.

I diritti annuali di mantenimento in vita sono di importo eguale ai diritti di mantenimento di un brevetto nazionale ovvero, di importo crescente da € 60,00 fino a € 650,00.

Indicazioni su eventuali requisiti linguistici per la presentazione e se è necessario fornire le traduzioni; termini per la presentazione delle traduzioni e ammontare dei diritti d’ufficio

La domanda di convalida del brevetto europeo deve essere presentata entro il termine di tre mesi dalla pubblicazione sul Bollettino europeo dei brevetti della menzione della concessione.

Alla domanda, compilata in lingua italiana, occorre allegare la traduzione in lingua italiana del testo, delle rivendicazioni e dei disegni del brevetto europeo dichiarata perfettamente conforme al testo originale.

 

Vi sono penalità per ritardato pagamento e a quanto ammontano?

E’ ammesso il pagamento tardivo, entro il sesto mese dalla scadenza, con l’applicazione di un diritto di mora pari a € 100,00.

 

Indicazioni su eventuali altri documenti da presentare

Non vi sono altri documenti da presentare

 

 

Per maggiori informazioni

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO