Piccoli emettitori

Avviso

Si rende noto che con delibera 136/2019 il Comitato ETS ha stabilito una ulteriore proroga - dal 14 al 18 settembre - al termine previsto per la compilazione degli allegati della delibera n. 119/2019 (Modalità per l'applicazione degli articoli 27 e 27bis della direttiva 2003/87/CE per il periodo 2021 - 2030) per richiedere l’esclusione dal Sistema EU ETS ai sensi, rispettivamente, dell’articolo 27 (Piccoli Emettitori – allegato A1), dell’articolo 27bis, paragrafo 1 (Piccolissimi Emettitori – allegato A2) e dell’articolo 27bis, paragrafo 3 (unità di riserva o di emergenza funzionanti meno di 300 ore l’anno – allegato A1_2) della direttiva.

Per ulteriori informazioni e richieste si può fare riferimento alla casella di posta elettronica piccoliemettitori.esclusiets@mise.gov.it oppure, in orario d’ufficio, ai seguenti numeri di telefono: 06 4705 2023; 328 029 8681.

Per ulteriori informazioni e richieste si può fare riferimento alla casella di posta elettronica piccoliemettitori.esclusiets@mise.gov.it oppure, in orario d’ufficio, ai seguenti numeri di telefono: 06 4705 2023; 328 029 8681.

La direttiva ETS (art. 27) prevede che gli Stati membri possono escludere dal Sistema per lo scambio di quote emissione di gas a effetto serra dell’UE ( EU ETS) gli impianti di dimensioni ridotte (“piccoli emettitori”) con emissioni inferiori a 25 mila tonnellate CO2 equivalenti l'anno, se comunicano alla Commissione europea le “Misure equivalenti” che intendono applicare ai piccoli emettitori nazionali, e se la Commissione accetta tali misure.

L’Italia ha usufruito di questa possibilità e, con la delibera 16/2013 del Comitato ETS, ha istituito un sistema nazionale dei piccoli emettitori. Tale sistema nazionale prevede regole più semplici per i piccoli emettitori in confronto al normale sistema ETS. Una di queste regole prevede l'istituzione del Registro Nazionale Piccoli Emettitori (RENAPE) in cui sono annotate, per ciascun impianto riconosciuto “Piccolo emettitore”, le emissioni consentite e quelle effettive, oltre agli altri dati salienti dell'ìmpianto.

L’iscrizione nel RENAPE avviene d’ufficio, a cura del Comitato ETS.

I piccoli emettitori in attività nel corso del 2016 sono stati 131, mentre originariamente erano 166. Ciò a causa di chiusure o sospensioni dell’attività emissiva, dovuta al calo dell’attività produttiva.  Complessivamente, nell’anno 2015 gli impianti Piccoli Emettitori hanno emesso poco meno di 1,2 milioni di tonnellate di CO2 equivalente 

Le principali regole riguardanti i Piccoli Emettitori sono:

  • Obbligo di comunicazione delle emissioni entro il 30 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento
  • Obbligo di versamento all'erario, o di restituzione quote EUA, in caso di superamento delle emissioni consentite entro il 30 giugno degli anni:
    • 2015 - per le emissioni del bienno 2013/14
    • 2017 - per le emissioni del biennio 2015/16
    • 2019 - per le emissioni del biennio 2017/18
    • 2021 - per le emissioni del biennio 2019/20.
  • Obbligo di comunicazione degli ampliamenti di impianto per ridefinire le emissioni consentite
  • Obbligo di segnalazione della sospensione di attività nel caso sia prevista per più di dieci mesi consecutivi.

 

Conformità emissioni 2017-2018

 

 

RENAPE - Registro nazionale dei piccoli emettitori

Nel Registro nazionale RENAPE sono elencati tutti i Piccoli Emettitori esclusi da ETS, lo stato dell’impianto (attivo, chiuso, in sospensione di attività), le emissioni consentite e quelle effettive.

Il registro, tenuto dal Comitato ETS, viene aggiornato semestralmente.

 

Delibere

 

Novità introdotte dalla direttiva UE 2018/410

 

Contatti

ETS e Piccoli emettitori
tel. 06 4705 2023
mail: piccoliemettitori.esclusiets@mise.gov.it

  

Allegati

 

Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2019




Questa pagina ti è stata utile?

NO