Programma nazionale - Rifiuti radioattivi e combustibile nucleare esaurito

La Direttiva 2011/70/EURATOM del Consiglio del 19 luglio 2011, che istituisce un quadro comunitario per la gestione responsabile e sicura del combustibile nucleare esaurito e dei rifiuti radioattivi, obbliga gli Stati membri dell’Unione europea a predisporre un Programma nazionale per l’attuazione della politica di gestione del combustibile esaurito quando questo deriva da attività civili e dei rifiuti radioattivi, dalla generazione fino allo smaltimento, quando questi derivano da attività civili. Tale direttiva è stata recepita in Italia con il decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 45.

In attuazione degli articoli 7 e 8 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 45, il Ministero dello sviluppo economico e il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare hanno congiuntamente predisposto un Programma nazionale che contiene una panoramica programmatica della politica italiana di gestione dei rifiuti radioattivi e del combustibile nucleare esaurito.

Tenuto conto che, per la sua natura e per i contenuti previsti, il Programma nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi rientra nel campo di applicazione della Direttiva 2001/42/CE (direttiva VAS) concernente la valutazione ambientale degli effetti di taluni piani e programmi, recepita a livello nazionale dal Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152, lo stesso programma è stato sottoposto alla valutazione ambientale strategica. Tutta la documentazione oggetto dell’istruttoria di VAS, conclusasi il 18 dicembre 2018, è consultabile sul portale per le Valutazioni ambientali VAS - VIA del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.

In ottemperanza agli obblighi di informazione sulla decisione finale di VAS, ai sensi dell’articolo 17 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152, sullo stesso portale per le valutazioni ambientali sono resi pubblici anche:

  • il decreto di parere motivato, espresso dal Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare di concerto con il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo;
  • la dichiarazione di sintesi;
  • il piano di monitoraggio ambientale.

A conclusione del procedimento amministrativo di cui all’articolo 7, comma 1 del Decreto Legislativo 4 marzo 2014, n. 45, in data 30 ottobre 2019, il Programma nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi (pdf) è stato approvato con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, sentiti il Ministro della salute, la Conferenza unificata e l’Ispettorato Nazionale per la Sicurezza Nucleare e la Radioprotezione (ISIN).

 Ultimo aggiornamento: 10 dicembre 2019

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO