Programma di supporto alle tecnologie emergenti 5G

Avvisi

Si informa che il termine entro il quale si concluderà l'istruttoria con la pubblicazione della graduatoria è differito al 4 dicembre 2020.

---

Asse I - Case delle tecnologie. Avviata la procedura per la selezione dei progetti 

Asse II - Progetti di ricerca e sviluppo. Online la FAQ e nuova proroga

In attuazione della delibera del CIPE n. 61/2018, il Ministero ha approvato, con DM 26 marzo 2019, il Programma di supporto alle tecnologie emergenti 5G.

L’obiettivo del Programma è quello di realizzare progetti di sperimentazione, ricerca applicata e trasferimento tecnologico, basati sull’utilizzo delle tecnologie emergenti, quali Blockchain, Intelligenza Artificiale (AI), Internet delle cose (IoT), collegate allo sviluppo delle reti di nuova generazione.

Il Piano è finanziato da risorse del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 come previsto dal Piano di investimenti per la diffusione della banda ultra larga, di cui alla Delibera CIPE n. 61/2018.

Il Programma è diviso in due Assi di intervento tra loro sinergici:

 

Normativa e documenti

 


Asse I - Casa delle tecnologie emergenti

 Il Programma di supporto tecnologie emergenti nell’ambito del 5G, allegato al decreto del 26 marzo 2019 stabilisce la realizzazione delle c.d. Case della tecnologia.

Proroga - Avviso pubblico 3 marzo 2020
FaseTermini e modalità come da avviso pubblicoProroghe
Domanda di partecipazione
Entro le ore 12.00 del 1° giugno 2020
a mezzo pec: dgscerp.div02@pec.mise.gov.it

Se la domanda dovesse risultare di peso considerevole tale da non permettere l’invio tramite pec, dovrà essere inviata a mezzo posta o corriere. In alternativa, il plico potrà essere consegnato anche a mano presso il MiSE.
Entro le ore 12.00 del
27 luglio 2020
Richieste di informazioni e chiarimenti
Fino al 24 aprile 2020
a mezzo pec: dgscerp.div02@pec.mise.gov.it
Fino al 18 giugno 2020
Risposta alle FAQ
Entro il 9 maggio 2020
Pubblicazione su sito MiSE
Entro il 3 luglio 2020
Avvio e durata delle azioni progettuali
Le attività previste dal Progetto dovranno essere completate entro il termine di 4 anni dalla stipula della Convenzione e comunque non oltre il 31 dicembre 2024.
Non oltre il 4 febbraio 2025

Con la Direttiva del 22 novembre 2019, il Ministro dello Sviluppo Economico ha determinato che:

“La dotazione finanziaria di 40 milioni di euro stabilita nell’Asse I del programma di supporto alle tecnologie Emergenti nell’ambito del 5G, approvato con decreto ministeriale 26 marzo 2019, come modificato da Decreto Ministeriale del 5 giugno 2019, è così ripartita:

  1. fino ad un massimo di 15 milioni di euro per la realizzazione della casa delle tecnologie emergenti nella città di Matera in base al progetto presentato dall’Amministrazione Comunale in data 4 novembre 2019 ed approvato dal Ministero;
  2. la restante quota, pari ad almeno 25 milioni di euro, per il finanziamento dei progetti che saranno presentati dalle amministrazioni Comunali delle città oggetto di sperimentazione 5G indicate in premessa e ammessi al finanziamento a seguito di una specifica procedura selettiva di cui premessa.”

Con Avviso pubblico del 3 marzo 2020 la DGSCERP ha avviato la procedura per la selezione di progetti di ricerca e sperimentazione che potranno essere presentati dalle Amministrazioni comunali oggetto di sperimentazione 5G. Le proposte progettuali avranno come obiettivo quello di sostenere il trasferimento tecnologico verso le PMI con l’utilizzo del Blockchain, dell’IoT e dell’intelligenza artificiale e la creazione di start-up.

La Domanda di partecipazione alla procedura, redatta secondo le modalità previste dall’Avviso pubblico, dovrà essere inviata tramite posta elettronica certificata all’indirizzo PEC: dgscerp.div02@pec.mise.gov.it entro le ore 12.00 del 22 giugno 2020. Qualora la Domanda di partecipazione dovesse risultare voluminosa tale da non permettere l’invio tramite PEC, il plico completo di tutti gli allegati potrà essere consegnato a mano presso la Divisione II della DGSCERP del Ministero dello sviluppo economico, Viale America 201, 00144 Roma, stanza A-537.

Eventuali richieste di informazioni e chiarimenti potranno essere formulate esclusivamente in forma scritta, a mezzo PEC all’indirizzo dgscerp.div02@pec.mise.gov.it, fino al 14 maggio 2020. Le risposte ai quesiti verranno successivamente pubblicate in forma anonima sul sito internet del Ministero entro il 29 maggio 2020.

Responsabile del procedimento è la Dott.ssa Donatella Proto.

 

Allegati Asse I

 


Asse II - Progetti di ricerca e sviluppo

Le Pubbliche amministrazioni, gli Enti pubblici, le Agenzie, gli Enti di ricerca e le Università, potranno candidarsi per la realizzazione di specifici progetti di sperimentazione e ricerca, orientati all’utilizzo delle tecnologie emergenti, attuati attraverso la cooperazione tra più soggetti, in collaborazione con gli operatori titolari di frequenze utilizzabili per il 5G.

I progetti oggetto di finanziamento in questo asse dovranno avere caratteristiche di sostenibilità e replicabilità sul territorio nazionale. È possibile la partecipazione di soggetti privati funzionali all’utilizzo di infrastrutture o servizi necessari all’attuazione del progetto.

Con Avviso pubblico la DGSCERP ha avviato la procedura di selezione dei progetti di sperimentazione e ricerca da ammettere al finanziamento sulla base di una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro.

 

Allegati Asse II

 

Graduatoria

Con provvedimento DGSCERP del 7 gennaio 2020, è stata approvata la graduatoria finale dei progetti presentati per la sperimentazione e ricerca applicata ammessi al finanziamento FSC 2014 – 2020 secondo quanto indicato nell’asse II del programma di supporto tecnologie emergenti del piano investimenti per la diffusione della banda larga.

Sulla base del punteggio complessivo conseguito da ciascuna proposta progettuale approvata ed ammessa in graduatoria ed in considerazione dello stanziamento disponibile, vengono ammessi a finanziamento i primi 6 progetti della graduatoria finale.

 


Ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2020


Questa pagina ti è stata utile?

NO