Dual use: comunicato del 24 settembre 2019

La Commissione Europea e gli Stati Membri dell’UE sono impegnati da tempo nella ristrutturazione dei controlli sulle esportazioni di beni a duplice uso, sia tramite la rifusione in corso del vigente Reg. CE 428/2009, che disciplina la materia, sia in senso più ampio, al fine d’intensificare detti controlli, promuovendone l’efficacia contro la proliferazione di armi di distruzione di massa e contro le possibili violazioni di legge.

In tale ambito vanno a collocarsi le Linee Guida dell’UE per la creazione del Programma Interno di Controllo (Internal Control Programme, ICP), pubblicate lo scorso 5 agosto 2019, sotto forma di Raccomandazione (UE) 2019/1318 della Commissione del 30 luglio 2019, che sono state preparate dalla Commissione UE e dalle Autorità nazionali degli Stati Membri, deputate al controllo delle esportazioni dei beni a duplice uso.

’adozione di un Programma Interno di Controllo viene fortemente raccomandata ad ogni società esportatrice, per poter esportare tramite autorizzazione globale. Nondimeno, l’ICP rappresenta uno strumento privilegiato per tutte le altre aziende, operanti mediante diverse tipologie di licenza d’esportazione, che desiderino controllare la filiera delle proprie operazioni in modo sistematico ed accurato.

Le predette Linee Guida costituiscono, dunque, il supporto che l’UE intende offrire agli esportatori nazionali degli Stati Membri, per costruire autonomamente il proprio ICP. Pertanto, esse sono adatte alle società di ogni taglia ed illustrano gli elementi chiave che un ICP deve sempre contenere per dimostrarsi valido.



Questa pagina ti è stata utile?

NO