Verbale di riunione Ferretti

Domenica, 19 Ottobre 2014

In data 20 ottobre si è tenuto un incontro riguardante la situazione della Ferretti. Alla riunione presieduta dal Dr. G. Castano, erano presenti la Dr.ssa Manuela Gatta del Mise, i Rappresentanti di Ferretti Group Ing. Matteo Cecada, Dr. Luca Bellomia, Dr. Marco Cappeddu, Dr. Giovanni Sardella, i Rappresentanti della regione Lombardia, Dr. Antonio Genova e della Regione Emilia Romagna il Dr. Mauro Penza, le OOSS nazionali e territoriali Filca-Cisl, Fillea-Cigl, Feneal-Uil e le Rsu. 

In apertura di riunione il Dr. Castano ha confermato l’interesse per la questione ed ha chiesto alle OOSS ed alle azienda di fare il punto sulla situazione dopo l’accordo sottoscritto al mise in data 18 Febbraio 2014.

Le OOSS hanno sollecitato il coinvolgimento del Comune di Forlì ed hanno evidenziato che rimangono ancora da definire con Ferretti questioni di stretta competenza aziendale,  quali il raggiungimento dell’Accordo sul secondo turno di lavoro. Le OOSS hanno inoltre sollecitato l’Azienda ad avviare rapidamente il confronto sul nuovo Piano industriale.  

L’Azienda ha ribadito il perdurare della grave crisi che continua ad affliggere il settore nautico; ricordato l’importante aumento di capitale di 80 milioni di euro assicurato dagli azionisti di maggioranza del gruppo Weichai; confermato gli investimenti previsti; auspicato l’approvazione da parte delle OO.SS del secondo turno di lavoro come primo impegno verso il necessario efficientamento nell’ambito della riorganizzazione in atto; sollecitato il sostegno delle Istituzioni e annunciato la volontà di presentare alle OO.SS il nuovo piano industriale in occasione del prossimo incontro del 4 dicembre 2014 presso il MISE. 

Il Dr Castano in conclusione, rimandando alla sede locale la trattativa riguardo le tematiche citate che sono di tipo squisitamente aziendale, ha confermato l’interesse per lo sviluppo aziendale e ha chiesto che nel prossimo incontro presso il Mise venga illustrato il piano industriale, ha altresì espresso soddisfazione per il rispetto degli accordi sottoscritti ovvero l’aumento di capitale sottoscritto dagli azionisti e la conferma degli investimenti finalizzati allo sviluppo. Il tavolo riamane aperto e sarà riconvocato non appena il Piano industriale potrà essere illustrato a Governo e Sindacati.    

 




Questa pagina ti è stata utile?

NO