Beni a duplice uso - comunicato del 7 giugno 2018


COMUNICATO DEL 7 GIUGNO 2018

La Commissione Europea e gli Stati Membri dell’UE sono impegnati da tempo nella ristrutturazione dei controlli sulle esportazioni di beni a duplice uso, sia tramite la rifusione in corso del vigente Reg. CE 428/2009, che disciplina la materia, sia in senso più ampio, al fine d’intensificare detti controlli, promuovendone l’efficacia  contro la proliferazione di armi di distruzione di massa e contro le possibili violazioni di legge.

In tale ambito vanno a collocarsi le Linee Guida dell’UE per la creazione del Programma Interno di Controllo (Internal Control Programme, ICP),  preparate dalla Commissione UE e dalle Autorità nazionali degli Stati Membri, deputate al controllo delle esportazioni dei beni a duplice uso. Ogni società esportatrice dovrà in futuro adottare obbligatoriamente un Programma Interno di Controllo, per poter esportare tramite autorizzazione globale. Nondimeno, l’ICP rappresenta uno strumento privilegiato per tutte le altre aziende, operanti mediante diverse tipologie di licenza d’esportazione, che desiderino controllare la filiera delle proprie operazioni in modo sistematico ed accurato.

Le predette Linee Guida costituiranno, una volta adottate, il supporto che l’UE intende offrire agli esportatori nazionali per costruire autonomamente il proprio ICP. Pertanto, esse sono adatte alle società di ogni taglia ed illustrano gli elementi chiave che un ICP deve sempre contenere per dimostrarsi valido.

La Commissione UE sta lanciando la fase di consultazione pubblica, che partirà nel prossimo luglio si concluderà a fine agosto 2018, per acquisire da tutti i soggetti coinvolti a vario titolo nelle esportazioni di beni a duplice uso (esportatori, consulenti, trasportatori, spedizionieri, etc.) utili commenti ed osservazioni riguardo al testo delle guidelines. In tale occasione, verrà indicato sul sito di DG TRADE il link dove trovare le menzionate linee guida ed un’introduzione alle medesime, corredata da un questionario, cui rispondere (direttamente sul sito).

In attesa della pubblicazione ufficiale da parte della Commissione UE, sono qui riportati i suddetti due documenti, Introduction e Draft EU ICP Guidelines   al fine di concedere un tempo più lungo agli operatori nazionali per analizzare detto materiale.

Alle società ed enti che vorranno inviare commenti sulle predette linee guida alla Commissione UE, non appena questa avvierà la consultazione, questa Autorità italiana per il controllo delle esportazioni di beni duali richiede d’inviare copia dei medesimi anche al seguente indirizzo di posta elettronica:  polcom4@mise.gov.it.

I commenti alle ICP guidelines possono essere, nondimeno, anticipati al MiSE già dalla data del presente comunicato, ma andranno, comunque, inseriti a tempo debito sul sito di DG TRADE.

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO