I nuovi obiettivi energetico-climatici al 2030

Giovedì, 08 Agosto 2019

Nel 2018 a livello europeo sono venuti a compimento i lavori per l’aggiornamento al 2030 (“Framework 2030”) degli obbiettivi energetico-climatici previsti per il 2020 (cosiddetto pacchetto 20 – 20 - 20). Si sono così stabiliti nuovi obbiettivi di efficienza energetica, riduzione delle emissioni di CO2 e diffusione delle fonti rinnovabili nel complesso molto più ambizionsi del passato.

Gli obiettivi chiave del Framework 2030 sono:

  • Una diminuzione delle emissioni di gas serra del 40% (rispetto al 1990)
  • L’aumento al 32% della quota di fonti rinnovabili sul totale;
  • Il miglioramento dell’efficienza energetica del 32,5 %

Per la diminuzione delle emissioni di CO2, l’obiettivo del -40% rispetto al 1990 è articolato in :

  • Una diminuzione del 43% (rispetto al 2005) per i settori rientranti nell’EU ETS;
  • Una diminuzione del 30% (rispetto al 2005) per i settori non ETS; tale obbiettivo europeo è stato traslato a livello dei singoli Stati membri in obbiettivi singoli: per l’Italia lo sforzo è rappresentato da una diminuzione del 33% (vedi ALLEGATO I del Regolamento (UE) 2018/842 “Effort sharing”)

Un importante esito dei lavori del “Framework 2030” è stata l’approvazione del REGOLAMENTO (UE) 2018/1999 sulla governance dell'Unione dell'energia e dell'azione per il clima.

Il Regolamento - che modifica ben 12 atti legislativi europei fra regolamenti e direttive - inaugura un sistema di governance trasparente e dinamico di gestione degli obbiettivi energetico-climatici al 2030 e prevede, fra l’altro, per tutti gli Stati membri l’obbligo di redazione ed invio alla Commissione europea di un PIANO NAZIONALE INTEGRATO PER L’ENERGIA E IL CLIMA da aggiornare biennalmente.

La direttiva UE 2018/410

Il Regolamento 2018/1999 non tocca il sistema europeo dell’ETS, che rimane un unicum a se stante.

In questo quadro, la direttiva UE 2018/410 ha modificato la direttiva 2003/87/CE in modo da assicurare la diminuzione del cap ETS del 43%.

Le principali novità introdotte dalla direttiva 2018/410 sono:

  • Il fattore lineare di riduzione annua del cap ETS passerà dall’1,74% al 2,2% dal 2021.
  • Il 57% dell’intero ammontare di quote disponibili deve essere destinato ad asta;
  • Nel caso di variazione del livello di attività, oltre che a una diminuzione dell’assegnazione in caso di diminuzione di tale livello, dal 2021 è previsto anche il caso opposto di aumento dell’assegnazione nel caso di aumento del livello di attività;
  • La classificazione dei settori carbon leakage è effettuata sulla base di una formula diversa dalla precedente direttiva e dovrebbe garantire una minore estensione del meccanismo
  • Resta la possibilità che gli stati membri concedano contributi alle imprese nazionali per il carbon leakage indiretto; se i fondi relativi superano il 25% delle entrate delle aste lo Stato membro deve presentare una relazione giustificativa alla Commissione UE;

Le novità per i piccoli emettitori

Per i piccoli emettitori viene confermata, dall’articolo 27 della direttiva 2003/87/CE come modificata dalla direttiva 2018/410, la possibilità di esclusione per quelli che emettono meno di 25.000 tonnellate l’anno.

Viene inoltre aggiunto un articolo 27 bis, che prevede una possibilità di esclusione ancora più accentata rispetto all’articolo 27, per tutti gli impianti cosiddetti “piccolissimi emettitori”, cioè con emissioni inferiori a 2.500 tonnellate l’anno.

Coerentemente con quanto sopra, il Comitato ETS ha predisposto una Proposta per l’applicazione in Italia degli articoli 27 e 27 bis della direttiva 2003/87/CE relativamente al periodo 2021 - 2030.

La delibera che ufficializza la Proposta, “MODALITA’ PER L’APPLICAZIONE DEGLI ARTICOLI 27 E 27 BIS DELLA DIRETTIVA 2003/87/CE, PER IL PERIODO 2021 – 2030” è stata approvata nella riunione del Consiglio direttivo dell’1 agosto 2019, e dovrà essere inviata alla Commissione europea per il necessario parere.

La delibera sarà pubblicata anche su questo sito appena possibile.

Ultimo aggiornamento: 08 agosto 2019



Questa pagina ti è stata utile?

NO