Allocazione di quote a titolo gratuito: il benchmarking

immagine decorativaIl sistema delle aste sarà introdotto nei settori manifatturieri progressivamente dal 2013. La manifattura, più esposta del settore elettrico alla concorrenza di paesi privi di una normativa sulle emissioni vincolante quanto quella europea, beneficeranno transitoriamente dell’assegnazione di parte del proprio fabbisogno di quote a titolo gratuito.

A partire dal 2013, gli impianti che ne hanno diritto riceveranno quote gratuitamente in base a parametri di riferimento espressi in tonnellate di CO2 per tonnellata di prodotto (benchmark) e definiti ex ante in base alle prestazioni medie del 10% degli impianti europei più efficienti nel periodo 2007-2008. Laddove non sia stato possibile definire benchmark in base ai prodotti finali, si è fatto riferimento al calore o al combustibile consumati, nonché alle emissioni di processo degli impianti.

Le assegnazioni saranno quantificate in base alla produzione storica di ciascun impianto. Per il primo anno saranno attribuite l’80% delle quote risultanti dal prodotto tra benchmark e produzione storica annua degli impianti. La percentuale decrescerà del 6,25% l’anno, per arrivare al 30% nel 2020 e allo 0% nel 2027.




Questa pagina ti è stata utile?

NO