Di Maio presiede il tavolo Whirlpool

Mercoledì, 24 Luglio 2019

Proposta per garantire continuità produttiva e salvaguardia dei lavoratori del sito di Napoli

Immagine decorativa

Il Ministro Di Maio ha presieduto oggi al MiSE il tavolo su Whirlpool, a cui hanno preso parte l'azienda, i sindacati e gli enti locali.

In apertura dell'incontro i rappresentanti dell’azienda hanno illustrato cinque opzioni per garantire la salvaguardia dello stabilimento di Napoli, che vede coinvolti circa 420 lavoratori. Tra le ipotesi presentate, è stato deciso di proseguire il confronto su quelle che prevedono di investire nei prodotti di alta gamma, di spostare in Italia alcune produzioni realizzate all'estero e di individuare una nuova mission per il sito di Napoli, attraverso la realizzazione di un nuovo prodotto. E’ stata categoricamente esclusa la possibilità di procedere a uno spostamento delle produzioni tra gli stabilimenti presenti in Italia.

Durante la riunione, il Ministro Di Maio ha sottolineato che l’obiettivo da perseguire è quello di garantire la continuità produttiva e la salvaguardia di tutti i lavoratori del sito di Napoli. Per supportare l’azienda nella ricerca di una soluzione condivisa tra le parti, il Ministro ha annunciato la presentazione di uno strumento normativo che permetterebbe a Whirlpool di accedere a una decontribuzione per circa 17 milioni di euro nei prossimi 15 mesi, con sgravi fiscali sugli oneri relativi ai contratti di solidarietà. Una proposta che è stata accolta positivamente sia dall’azienda che dai sindacati.

E’ stato quindi deciso di proseguire il confronto tra le parti in un tavolo tecnico, al fine di entrare nel merito delle opzioni in campo e verificare qual è la migliore sia in termini di produzione e di investimenti, sia di salvaguardia di tutti i lavoratori.



Questa pagina ti è stata utile?

NO