Sorial: massima attenzione sul futuro del gruppo Blutec

Martedì, 09 Aprile 2019

A maggio tavolo dedicato allo sviluppo del territorio di Termine Imerese

Immagine decorativa 

Al Ministero dello Sviluppo Economico si è tenuto ieri il tavolo sul gruppo Blutec, presieduto dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial, a cui hanno partecipato il Ministero del Lavoro, i rappresentanti degli enti locali in cui sono presenti gli stabilimenti, l'amministratore giudiziario dell'azienda, Invitalia, le organizzazioni sindacali.

In apertura della riunione è stato fatto il punto sulla situazione dell'azienda, alla luce degli ultimi avvenimenti che hanno portato al sequestro e alla nomina di un amministratore giudiziario da parte del Tribunale di Termini Imerese.

L'amministratore ha informato che, coadiuvato da un gruppo di lavoro, ha avviato una due diligence per conoscere lo stato di tutto il perimetro aziendale, sul quale sono stati riscontrati problemi di natura finanziaria e gestionale.

In attesa che il competente Tribunale di Torino si pronunci sul prosieguo della gestione giudiziaria della Blutec, l'amministratore ha assicurato che la priorità attuale è quella di mantenere operativa l'azienda, sia interloquendo con i fornitori e i clienti.

Inoltre l’amministratore ha confermato l’intenzione di proseguire il confronto con gli stakeholders per arrivare alla cessione di alcuni rami d’azienda, su cui era stato avviato un lavoro già nei mesi passati, al fine di garantire, tra l’altro, la liquidità necessaria.

Sorial ha ribadito che “permane la massima attenzione del Ministero sul futuro del gruppo Blutec. Siamo di fronte ad una situazione complessa, con problematiche presenti da dieci anni, che sono state affrontate sin dai nostri primi giorni di insediamento al MiSE. L'obiettivo è quello di avere il quadro completo dell'azienda in collaborazione con l'amministratore giudiziario al fine di conoscerne presto il piano, mantenendo la salvaguardi dei lavoratori. In questa delicata fase per il gruppo è necessario portare avanti un percorso costruttivo tra l’amministratore e tutte le parti sociali al fine di delineare un quadro reale della situazione.

Un importante passo è stato raggiunto nei giorni scorsi sul versante della tutela dei lavoratori del sito siciliano con la firma, da parte del Ministro Di Maio, del decreto che autorizza l’Inps ad anticipare sei mesi di cassa integrazione straordinaria, così come si era impegnato nel corso delle sue visite a Termini Imerese nei mesi precedenti.

Il tavolo permanente, finora relativo a Termini Imerese, rimane aperto per tutti i siti produttivi del gruppo e verrà riconvocato dopo la decisione del Tribunale di Torino sulla conferma o meno della amministrazione giudiziaria.

Al termine della riunione, il Vice Capo di Gabinetto Sorial ha incontrato una delegazione dei sindaci del territorio di Termini Imerese, ai quali ha annunciato per la fine di maggio la convocazione di un tavolo tecnico dedicato allo sviluppo del territorio di Termini Imerese. Ne faranno parte i sindaci del territorio, i tecnici della Regione Siciliana e di Invitalia.



Questa pagina ti è stata utile?

NO