Di Maio in visita allo stabilimento Leonardo Aerostrutture di Pomigliano d’Arco

Lunedì, 18 Febbraio 2019

Online l'intervento del Ministro

 

Il Ministro Luigi Di Maio ha visitato oggi, insieme al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, lo stabilimento di Leonardo Aerostrutture a Pomigliano d’Arco, in occasione del convegno “Leonardo Aerostrutture: innovare il presente guardando al futuro”.

 

Intervento del Ministro Di Maio

"Sono particolarmente felice di avviare un programma di investimenti dedicati al settore aeronautico, attraverso un Decreto che lancerà bandi per l’industria aeronautica e per la sicurezza nazionale, per un valore complessivo di oltre un miliardo di euro di investimenti per i prossimi anni. Come ministro dello Sviluppo Economico voglio utilizzare tutti gli strumenti a mia disposizione per dar vita a una politica industriale del cambiamento, che possa finalmente dare voce alle istanze dei lavoratori, degli imprenditori e delle eccellenze nazionali. Si tratta del provvedimento più importante e strategico per l’industria del settore.

Erano gli anni '70 del secolo scorso quando i primi velivoli realizzati dall'allora Aeritalia venivano assemblati negli hangar del sito di Pomigliano d'Arco, frutto del lavoro e della professionalità di tecnici e operai che avrebbero reso celebre questa terra, sede di una cultura aeronautica che oggi vogliamo rilanciare e rinnovare, mettendo insieme tradizione e innovazione. Oggi rimettiamo al centro del processo produttivo i lavoratori e le loro professionalità, le loro aspirazioni e la loro passione, quella passione che porta ogni giorno tanti di voi sulle stesse linee di produzione che vogliamo potenziare per offrire nuove chance di crescita a questa terra e all'intero Paese.

La rivoluzione tecnologica che prende vita a Pomigliano d'Arco porterà in tutti gli stabilimenti della Divisione Aerostrutture di Leonardo nuova vitalità, crescita e potenziamento della nostra industria aeronautica. Con gli investimenti che lanciamo oggi, ogni lavoratore sarà parte fondamentale del cambiamento e le sue qualità saranno al centro del processo di innovazione.
Per darvi un esempio concreto: in un programma di eccellenza come ATR ancora si lavora con disegni di ingegneria che risalgono agli anni ’70 e ‘80. Con le innovazioni che apporteremo si passerà alla digitalizzazione di questi processi e l’utilizzo del 3D consentirà a tecnici e operatori di valorizzare le loro capacità e migliorare la progettazione, abbassare i tempi di consegna e aumentare gli standard di qualità dell’intero sito. Un altro esempio può essere utile: sugli scali di montaggio e nell’ingegneria di produzione la rivoluzione tecnologica porrà gli operatori al centro dell’intero ciclo di lavoro. L’intelligenza artificiale, poi, accorcerà i tempi ed eviterà gli sprechi.

Oggi gli operai sono spesso costretti a prendere la cassettina degli attrezzi, preparare la postazione, predisporre i montaggi e alla fine del lavoro devono ripetere il tutto, con notevole dispendio di tempo ed energie. La nuova linea produttiva su cui investiamo 130 milioni di euro consentirà di mettere al centro l’operatore e grazie a dispositivi basati sull’intelligenza artificiale non si dovrà più perdere tempo per attrezzare la propria postazione o preoccuparsi di avere sottomano gli strumenti di lavoro.

Da oggi nascerà anche l’Aerotech Campus grazie a un investimento di 9 milioni (2.000 mq già pronti entro l’estate 2019, che diventeranno 4000 entro 2 anni), che permetterà ai giovani di realizzare e progettare le loro idee. Nel Campus di Pomigliano confluiranno lo spirito dei giovani e la competenza tecnica degli ingegneri di Leonardo, la ricerca del mondo accademico e lo spirito imprenditoriale della nostra terra: un mix perfetto per dare il via a quelle idee innovative che ci porteranno nel futuro dell’industria aeronautica. L’Aerotech Campus deve diventare il punto di riferimento per tutte le startup italiane del settore aeronautico".


Questa pagina ti è stata utile?

NO