Restart L'Aquila, partiti gli incentivi per il territorio

Mercoledì, 06 Febbraio 2019

Partecipazione superiore alle aspettative da parte degli operatori economici

Immagine decorativa

Il MiSE continua a sostenere L’Aquila e i Comuni del cratere sismico e i risultati delle iniziative del Governo si evidenziano anche in queste ore. Dalle ore 12.00 di ieri, 5 febbraio, è possibile presentate sul sito di Invitalia le domande del Programma di sviluppo "RESTART" per la realizzazione di attività imprenditoriali che, attraverso la valorizzazione del patrimonio naturale, storico e culturale, contribuiscano a rafforzare l'attrattività e l'offerta turistica del territorio.

In appena una giornata - alle 12 di oggi - sono già 123 le procedure inserite sul portale. Il Ministero non può che essere soddisfatto della velocità di risposta degli operatori economici che testimonia la positiva accoglienza dei provvedimenti destinati al territorio aquilano. Ciò non fa che confermare la qualità e l’impegno che il Governo dedica all’iniziativa destinata alle imprese del cratere sismico aquilano e a tutti i cittadini delle zone colpite dal sisma.

Giorgio Sorial, vice capo di gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico: “La ricostruzione deve poter procedere veloce, senza problemi per le imprese, per i cittadini e per le pubbliche amministrazioni. La risposta superiore ad ogni aspettativa fa quindi prevedere una vivace ripartenza imprenditoriale dell’area, agevolata dell’incentivo messo in campo dal Governo, anzitutto al fine di restituire una capacità produttiva ed un assetto occupazionale compatibile con un territorio colpito da una calamità così devastante”.

Va ricordato che l’incentivo, per il quale sono disponibili 10 milioni di Euro, assegnati dal CIPE, può finanziare a fondo perduto fino al 70% delle spese ammissibili relative ad iniziative, nuove o già esistenti, che prevedono di effettuare un investimento da un minimo di 25.000 ad un massimo di 1 milione di euro nei segmenti della filiera turistico-culturale e che si localizzano nei 57 comuni del Cratere Sismico Aquilano. Gli investimenti delle micro, piccole e medie imprese (in forma individuale o società) devono riguardare, in particolare, la valorizzazione turistica del patrimonio naturale, storico e culturale, la creazione di micro-sistemi turistici integrati con accoglienza diffusa o la commercializzazione dell’offerta turistica attraverso progetti e servizi innovativi.

 

Per maggiori informazioni

Scheda informativa su RESTART

 




Questa pagina ti è stata utile?

NO