Jabil, accolta richiesta Governo: multinazionale USA rinuncia ai licenziamenti

Roma  4 dicembre 2013  – JABIL CIRCUIT ITALIA, multinazionale americana leader mondiale nella produzione di componenti elettronici, accoglie la richiesta del Governo: mantiene  la produzione nello stabilimento di Marcianise (Caserta) e assicura che non procederà a licenziamenti unilaterali, privilegiando gli ammortizzatori sociali per la gestione degli esuberi (circa 400 su un totale di 750 addetti).

E’ quanto emerso al termine di una riunione - coordinata dal responsabile dell’Unità di gestione crisi aziendali Giampietro Castano - alla quale hanno partecipato rappresentanti della multinazionale, di Confindustria e le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali di Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil, nonchè le RSU.

Nel corso dell’incontro è stata inoltre verificata la disponibilità  dell’azienda e dei sindacati ad attivare, in sede territoriale, un confronto finalizzato ad individuare gli strumenti più adeguati per il necessario recupero di competitività.

Il Mise, infine, affronterà con i vertici della multinazionale (che incontrerà a breve) e con il management italiano, le concrete possibilità di recuperare a Marcianise nuove attività produttive oggi allocate in altri Paesi. 




Questa pagina ti è stata utile?

NO