Bridgestone, ora l'obiettivo è l'accordo definitivo entro fine settembre

Oggi al Mise la verifica dei passi fin qui fatti, l'apprezzamento del Governo

Roma, 2 agosto 2013 – Si è svolta oggi, al Ministero dello Sviluppo Economico, la verifica del processo attuativo del  Protocollo di Intesa sulla vertenza relativa allo Stabilimento Bridgestone di Modugno (Bari), siglato presso il Ministero dello Sviluppo Economico il 13 giugno scorso.

Alla riunione hanno preso parte il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la Regione Puglia, Bridgestone Italia S.p.A., le Segreterie Nazionali FEMCA CISL, FILCTEM CGIL, UILTEC UIL, UGL Chimici, FAILC CONFAIL.

Nel  corso dell’incontro è stato esaminato lo stato di avanzamento del  piano di industrializzazione, finalizzato al mantenimento dello Stabilimento di Bari nel perimetro di Bridgestone, convertendo la produzione verso il segmento di pneumatici G.U. (General Use). Di grande importanza, a tal proposito, si giudicano le intese già raggiunte nel corso degli incontri territoriali tra la Bridgestone Italia e le organizzazioni sindacali.

Il  Sottosegretario al Mise Claudio De Vincenti ha espresso un apprezzamento per il lavoro fin qui svolto e ha garantito l’impegno del Governo per raggiungere l’obiettivo del rilancio di una azienda che la proprietà giapponese aveva dichiarato di voler chiudere.

Le istituzioni e Bridgestone hanno inoltre convenuto di incontrarsi agli inizi di settembre, al fine di formulare un protocollo in grado di identificare con precisione gli impegni e il contributo istituzionale al buon esito della vertenza.

Le parti torneranno ad incontrarsi presso il Dicastero di Via Veneto entro il 30 settembre, con l’obiettivo di realizzare l’accordo definitivo a firma di tutte le parti: Società, Istituzioni, RSU e OO.SS.



Questa pagina ti è stata utile?

NO