Verbale di incontro - Ideal Standard Italia (17 novembre 2021)

Documento: Verbale di incontro
Azienda: IDEAL STANDARD ITALIA (Stabilimento di Trichiana – BL)
Settore: Ceramica
Numero dipendenti: 450 circa (a Trichiana)
Data: 17 novembre 2021

Il 17 novembre 2021 si è svolta, presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico e in videoconferenza, la riunione avente ad oggetto la situazione produttiva ed occupazionale dello stabilimento della Ideal Standard di Trichiana.

All’incontro, presieduto da Luca Annibaletti, Coordinatore della struttura per le crisi di impresa, hanno partecipato: per il Ministero dello sviluppo economico, Stefano D’Addona - Capo della Segreteria tecnica del Viceministro, Chiara Cherubini della Segreteria Tecnica del Ministro, Rosanna Argentieri e Paola Capone della Div. XI Crisi impresa della DGPIIPMI; per la Regione Veneto l'Assessore al Lavoro Elena Donazzan e Mattia Losego; per Confindustria Belluno Andrea Gnesin; per Confidustria Ceramica Pietro Conte; per la Ideal Standard Samuel Riitano, Mauro Maremmi, Elisa Cattaneo, Stefano Decurti e Francesco Villani ed il consulente Massimo Brisciani; i rappresentanti delle segreterie nazionali e territoriali di Filctem -Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, unitamente alle RSU. E’ intervenuto il Ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico d’Incà.

Il dott. Annibaletti ha ricordato che nel precedente incontro ministeriale l’azienda si era impegnata a favorire la cessione dello stabilimento e del marchio Ceramica Dolomite e a non aprire una procedura di licenziamento collettivo che, infatti, non è stata avviata. Ha invitato l’Assessore Donazzan ad esporre gli aggiornamenti emersi negli incontri che si sono avuti in sede regionale.

L’Assessore Donazzan ha comunicato che Parti sociali e Azienda si sono riunite tre volte in Regione, il 5, l’11 e il 15 novembre u.s., dando luogo ad un confronto che ha determinato la decisione di addivenire ad un accordo, che verrà sottoscritto al termine della presente riunione ministeriale insieme ai rappresentanti del Mise e della Regione Veneto, che delinei un percorso condiviso volto ad agevolare la possibile reindustrializzazione del sito di Trichiana e a favorire la massima salvaguardia occupazionale possibile. L’Assessore ha sottolineato che è interesse della Regione fare tutto ciò che è possibile per garantire la continuità produttiva e occupazionale dello stabilimento di Trichiana.

Il Ministro D’Incà ha evidenziato l’importanza dello stabilimento per l’intero territorio locale ed ha esortato le Parti a raggiungere l’accordo, auspicando che la vicenda possa concludersi positivamente così da rappresentare un caso di scuola positivo di rilancio di un sito produttivo.

Il dott. Annibaletti ha invitato l’azienda alla definizione del percorso e a rendere maggiori informazioni sull’Advisor.

I rappresentanti aziendali hanno ringraziato le Istituzioni e, in particolare, la Regione Veneto per aver facilitato il tavolo di confronto, le OOSS e i lavoratori che hanno continuato a lavorare in queste settimane contribuendo a creare un clima sereno di confronto.

Il dott. Villani, con riferimento alla ricerca dell’Advisor, ha reso noto che tra le diverse società che hanno manifestato un interesse all’incarico ne sono state individuate tre con esperienza nel campo delle reindustrializzazioni anche relativamente a processi che hanno visto il coinvolgimento del Mise. Ha precisato che la scelta finale sarà effettuata in base alla capacità dell’Advisor di ricercare un investitore nel settore della ceramica e di seguire e favorire i processi di reindustrializzazione. L’Advisor scelto inizierà a lavorare in tempi rapidi. Il dott. Villani, su apposita richiesta delle OO.SS., ha assicurato che in ogni caso la ricerca dell’investitore proseguirà per tutta la durata della cassa integrazione.

Le Organizzazioni sindacali, auspicato che la reindustrializzazione possa avvenire a favore di un imprenditore del settore, hanno chiesto al Mise di voler convocare degli incontri periodici, aggiuntivi rispetto a quelli regionali, al fine di monitorare il percorso e di supervisionare che l’azienda faccia di tutto per poter ricercare un investitore.

Il dott. Annibaletti ha comunicato che il Mise si impegna a supportare il percorso con gli strumenti attualmente disponibili e a monitorarlo, anche attraverso Invitalia, con un tavolo di confronto tra le parti. Ha chiesto ai rappresentanti di Confindustria, che hanno accettato, di voler sostenere il percorso tracciato dalle Parti facilitandone il confronto.

Il dott. Annibaletti ha quindi dato avvio alla discussione finale tra le parti che si è concretizzata con la sottoscrizione dell’accordo.

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO